Investimenti digitali, le Pmi rischiano gap competitivo

L'analisi del Forum economico mondiale su 16.000 aziende

Che impatto hanno sulle imprese le tecnologie digitali? A quantificarlo, per la prima volta, è un’analisi condotta dal Forum economico mondiale (Wef) su 16.000 aziende. Quello che viene fuori è che gli investimenti in robotica, internet delle cose, intelligenza artificiale, big data e tecnologie cognitive, «stanno trasformando l’economia globale» con forti incrementi di produttività per le imprese. Un dato interessante che, però, mette in evidenza un rischio: senza una distribuzione omogenea si potrebbe affermare una “diseguaglianza industriale” che lascerebbe indietro le aziende piccole e medie.
L’analisi mette, infatti, in evidenza che la crescita associata agli investimenti digitali è guidata dal 20 per cento di imprese più produttive in ciascun settore. Le imprese che investono in una combinazione di queste tecnologie hanno guadagni di produttività tre volte superiori a chi si concentra su una soltanto. E «le piccole imprese, spesso il motore delle economie nazionali, potrebbero soffrire svantaggi competitivi», scrive l’organizzazione di Ginevra.

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sette + 4 =