Investimenti, sul sito della Consob s’impara giocando

La Commissione lancia un videogame per rendere gli utenti consapevoli del processo decisionale da seguire per far fruttare il proprio capitale e non incorrere in errori

«Investire non è un gioco. Ma si può imparare giocando», è questo lo slogan del videogame di simulazione sviluppato dalla Consob, l’autorità di vigilanza della borsa, in collaborazione con l’Università di Trento. Obiettivo: rendere gli utenti, soprattutto quelli più giovani, consapevoli del processo decisionale da seguire per investire in modo corretto, evitando errori.  «Conoscere i principi dell’investimento non è sufficiente: il nostro agire è mosso anche dall’istinto e dalle emozioni, che a volte possono giocarci qualche brutto scherzo», spiega la Commissione sul suo sito invitando a giocare per «conoscere gli errori del nostro istinto» e «diventare più consapevoli del processo decisionale di investimento».

Learning by doing
In sette passaggi, attraverso il metodo dell’apprendimento esperienziale, ogni giocatore-investitore viene messo davanti a delle situazioni reali con l’obiettivo finale di far aumentare il proprio capitale iniziale. «Perché sbagliando si impara ad avvicinarsi agli investimenti finanziari in modo serio e consapevole», spiega la Consob.
Il videogame offrirà «ad alcuni la possibilità di misurarsi con un’attività che già conoscono: investire – mentre ad altri, si legge sul sito della Commissione – permetterà di simulare quello che non hanno mai avuto il coraggio di fare: navigare tra rendimenti, ribassi, rischi e possibilità di guadagno».
Per ora il gioco non ha un nome e Consob lancia un concorso per trovarlo, il vincitore verrà proclamato nel corso della prima settimana di ottobre, quando la Commissione promuoverà la seconda edizione della World Investor Week.