“Io unica italiana in vagone con stranieri senza biglietto” 

“Unica italiana nel vagone pieno di stranieri privi di biglietto. Grazie Pd! Grazie Renzi! E ora grazie anche Giuseppi e ai Cinque Stelle! Urge #VotoSubito!”. E’ quanto scrive in un post su Facebook la senatrice della Lega Stefania Pucciarelli, presidente della Commissione dei Diritti Umani di Palazzo Madama, condividendo un video in cui racconta il suo viaggio in treno per andare a Torino.  

“Mi sono ritrovata all’altezza di Novi Ligure a essere l’unica italiana nel vagone, in un vagone pieno di stranieri, tutti di colore, tutti sprovvisti di biglietto – racconta nel filmato -. Il controllore una volta arrivato nel vagone, chiede a me il biglietto, mi chiede anche se andava tutto bene e io ho detto sì, che tutto stava andando bene, poi si dirige verso queste persone e si ferma da loro. Questo fino a quando giunti a Novi Ligure li fa scendere. Sono tutti scesi, tranne uno che è risalito velocemente da un’altra parte”.  

Il controllore si dirige, poi, verso di lei e si mette a parlare. “Mi chiede per quale partito fossi stata eletta, gli ho risposto che ero della Lega e, quindi, si inizia a sfogare, dicendo ‘fate qualcosa perché per noi è impossibile lavorare in questa maniera: il più delle volte i vagoni sono pieni di queste persone, anzi, a volte ci sono solo queste persone sprovviste di regolare biglietto, molto spesso sono violenti e molto spesso si rifiutano di scendere’. ‘Noi siamo con le mani legate’, mi dice, ‘anche se facciamo intervenire la polizia, anche loro hanno difficoltà ad agire. Per assurdo ci ritroviamo il più delle volte a dover fermare i convogli, ledendo quindi il diritto di quelli che a bordo hanno il biglietto pagato e che magari devono andare a lavorare ed è una situazione ingestibile'”.  

“E’ necessario ripristinare la normalità, quella normalità – attacca la senatrice – che le politiche di sinistra hanno stravolto, facendo di fatto invadere la nostra nazione, facendo una politica di una nazione senza confini, facendo entrare chiunque. Chiunque non avesse titolo a poter rimanere nel nostro territorio”. “Abbiamo visto, invece, che con la politica di Matteo i porti sono stati chiusi, i confini sono stati fatti rispettare, mentre invece oggi con il governo dell’inciucio, con le due sinistre al governo siamo nuovamente punto a capo, abbiamo nuovamente abolito i confini, abbiamo nuovamente spalancato le porte a chiunque voglia arrivare nel nostro Paese”.  

“La situazione non può che peggiorare, urge più che mai tornare al voto e votare nuovamente Matteo e la Lega per dare dignità agli italiani onesti, alle persone che vogliono rispettare le leggi, agli italiani di poter ripristinare i confini e decidere chi può arrivare nella nostra nazione. Per inciso, conclude, uno di loro era salito addirittura con la bicicletta”.  

(Fonte: Adnkronos)