Isola d’Elba, se piove più di 2 ore non paghi l’hotel

E’ stata lanciata in via sperimentale l’iniziativa che porta il nome di #ElbaNoRain: punta ad aumentare il turismo nella bassa stagione

Isola d'Elba

Piove e la vacanza va in fumo? Il danno magari resta, ma non la beffa. Almeno non sull’Isola d’Elba. Perché se in un giorno piove per 2 ore consecutive non paghi il conto dell’hotel. E’ stata lanciata in via sperimentale l’iniziativa che porta il nome di #ElbaNoRain e che vale per il mese di maggio: punta a incentivare il turismo sull’isola durante i periodi di bassa affluenza turistica. E’ stata ideata dalla Gestione associata del turismo in collaborazione con il portale turistico Visit Elba e con l’associazione Albergatori dell’Isola d’Elba. 

Come funziona
Se cadono gocce di pioggia per 120 minuti di fila (dalla 10 alle 20), il turista che ha prenotato una camera con la tariffa #ElbaNoRain ha diritto a non pagare il pernottamento. Il progetto, come detto, è pilota: è iniziato in via sperimentale adesso, ma gli operatori del settore contano di riproporlo da settembre in poi, nel periodo di bassa stagione, per rendere più accattivamente l’idea trascorrere qualche giorno sull’Isola d’Elba. Troppo spesso, infatti, le famiglie e le coppie decidono di spostarsi solamente in base alla previsioni del tempo, che a volte toppano alla grande.       

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

12 − due =