Istat: segno più per consumi e potere d’acquisto

Primavera positiva per consumi, reddito e propensione al risparmio delle famiglie

«La crescita dell’economia statunitense e dell’area euro prosegue con un ritmo costante. In Italia migliorano i consumi e il potere di acquisto mentre si rafforza il processo di accumulazione del capitale. La ripresa recente dell’occupazione è caratterizzata da un significativo aumento dei dipendenti a tempo indeterminato e dai risultati positivi della componente femminile, la cui evoluzione ha contribuito alla riduzione del tasso di disoccupazione. La fiducia delle famiglie rimane elevata mentre quella delle imprese manifatturiere manifesta alcuni segnali di peggioramento dei giudizi sugli ordini. L’indicatore anticipatore si mantiene sui livelli massimi del periodo, mostrando lievi segnali di decelerazione», lo rivela l’Istat nella nota mensile sull’andamento dell’economia italiana di marzo.
Nel quarto trimestre, evidenzia l’Istat, i consumi delle famiglie italiane hanno registrato un aumento congiunturale (+0,5 per cento), in accelerazione rispetto ai due trimestri precedenti. La crescita del reddito disponibile delle famiglie consumatrici (+0,6 per cento) è stata lievemente più sostenuta rispetto a quella dei consumi finali. Di conseguenza la propensione al risparmio è stata pari all’8,2 per cento, con un aumento di 0,1 punti percentuali rispetto al trimestre precedente. Anche il potere di acquisto è migliorato (+0,2 per cento).
Il capitolo inflazione dice che a marzo di quest’anno la dinamica annua dei prezzi al consumo ha mostrato un profilo di crescita riportandosi allo 0,9 per cento, sui ritmi del trimestre novembre-gennaio. Sempre in questo mese, il clima di fiducia dei consumatori registra un aumento significativo e si porta sui livelli più alti dell’ultimo periodo, con un miglioramento che riguarda quasi tutte le componenti e con un deciso ridimensionamento delle aspettative sulla disoccupazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sette + 13 =