La Meloni sul viaggio in Libia di Conte: “Quando Berlusconi accolse Gheddafi la sinistra si indignò”

Fa ancora parlare il viaggio del tutto inusuale di Giuseppe Conte in Libia. Il premier è volato in Libia assieme a Luigi Di Maio per recuperare i pescatori di Mazara del Vallo tenuti prigionieri a Bengasi. Ma a creare particolarmente scalpore è stato l’incontro del presidente del Consiglio e del ministro degli Esteri con Khalifa Haftar, il cui governo non è riconosciuto. “La sinistra si era indignata per l’accoglienza riservata da Silvio Berlusconi a Gheddafi – è il commento di Giorgia Meloni -. Ora al governo va direttamente in Libia a fare i salamelecchi e a baciare la pantofola ai capi tribù libici. Così hanno ridotto l’Italia gli inetti che ci governano”. Un pensiero quello della leader di Fratelli d’Italia ampiamente condiviso. In molti infatti si sono chiesti cosa ci sia davvero dietro la liberazione dei nostri pescatori.