Lavoro, i nuovi artigiani sono tatuatori ed estetisti

Un'indagine di Unioncamere analizza qual è stata l'evoluzione del settore dell'artigianato negli ultimi 5 anni

lavoro

Una volta c’erano ciabattini e falegnami, oggi tatuatori ed estetisti. È quanto emerge da un rapporto realizzato da Unioncamere e Infocamere sul settore dell’artigianato che analizza come si sono evoluti, negli ultimi 5 anni, i mestieri artigiani. Oggi il settore è composto da più di 1,3 milioni di imprese, ma tra il 2013 e il 2018 ne sono scomparse quasi 100mila.

Nuovi mestieri: chi sale…
Tuttavia, come si evince dai dati dello studio, nonostante le difficoltà alcuni lavori hanno preso piede nell’economia moderna, conquistando sempre più consenso. Al primo posto troviamo i servizi di pulizia, utilizzati soprattutto in uffici e aree commerciali, che negli ultimi 5 anni sono cresciuti di 5700 unità (un aumento del 45 per cento). Seguono i tatuatori aumentati di 4315 unità, i giardinieri (+ 3554, pari a un più 27 per cento), le agenzie di disbrigo pratiche (+ 1809) e parrucchieri ed estetisti (+ 1758). Crescono anche le imprese che si occupano della riparazione e manutenzione dei macchinari (+ 16 per cento), le sartorie su misura e i negozi di vestiti da sposa e abiti per cerimonie (+ 11 per cento). Infine, seppur con numeri meno consistenti, crescono anche tassisti e panettieri (con aumenti percentuali compresi tra l’1,4 e il 3,1 per cento).

…e chi scende
Chi, invece, ha visto via via assottigliare il loro numero sono le imprese di costruzione, calate del 20 per cento, con il numero dei muratori diminuito di 24mila unità. In calo anche le imprese di trasporto e le attività di falegnameria (- 20 per cento). Il numero di lavanderie si è ridotto del 17 per cento, i piastrellisti del 15 per cento, gli imbianchini del 14 per cento e i fabbri del 13 per cento. Inoltre, tra le attività che dal 2013 al 2018 hanno registrato la chiusura di diverse imprese troviamo chi realizza lavori di meccanica generale, come la tornitura o fresatura, diminuiti dell’11 per cento.

lavoro
L’andamento dei mestieri artigiani negli ultimi 5 anni (Fonte: Unioncamere)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here