Lavoro, le donne dominano nelle carceri, a scuola e negli ospedali

I dati sono stati analizzati da ConvenzionIstituzioni.it: il sesso femminile domina in alcuni settore chiave

lavoro

La pubblica amministrazione è principalmente a tinte rosa. La forza lavoro delle donne batte quella degli uomini nei numeri generali: le impiegate, infatti, rappresentano il 56,6 per cento, mentre gli uomini si fermano al 43,4 per cento. I dati sono stati analizzati da ConvenzionIstituzioni.it, piattaforma sconti dedicata ai dipendenti che lavorano nella pubblica amministrazione. Ma in che settore sono principalmente concentrare le donne? Scuole, carceri e ospedali. Già, il sesso femminile domina nel settore dell’istruzione raggiungendo il 79 per cento del totale. Non solo. E’ quello che occupa più personale: ben 1.106.180 donne. Il secondo gradino del podio, un po’ a sorpresa, è occupato dal comparto relativo alla carriera penitenziaria: qui su 321 persone impiegate 220 sono donne (69 per cento) di cui 217 dirigenti penitenziari. Al terzo posto ecco chi lavora nel servizio sanitario nazionale: si va oltre il 60 per cento, per la precisione al 66 per cento. Su 648.663 contratti, 428.389 sono stati firmati da donne. Le posizioni successive sono occupate rispettivamente dalle impiegate delle regioni a statuto speciale (54.501), che costituiscono il 60 per cento, e da quelle dedite alla carriera prefettizia (700 ovvero il 58 per cento). Ma ci sono anche settori dove gli uomini hanno (quasi) un’esclusiva: è il caso delle forze armate, vigili del fuoco e corpi di polizia, dove le quote rosa non superano mai il 10 per cento. Seguono i contratti per la carriera diplomatica, comparto in cui la percentuale maschile è del 78 per cento, con 749 uomini su 958 impiegati.  

Età media
In generale l’età media degli impiegati nella pubblica amministrazione è di 50 anni e le donne sono più giovani dei colleghi maschi. Le forze armate sono il comparto più giovane, con una media di 38 anni: tra questi le donne, seppure in minoranza, risultano essere più giovani dei colleghi maschi, con una media di 29 anni contro una di 38. Seguono i diplomatici in cui l’età media delle impiegate è di 41 anni contro i 46 dei colleghi. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

16 + 9 =