Lavoro, Lega e M5S esultano per il calo della disoccupazione

I due vicepremier, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, commentano positivamente gli ultimi dati Istat sull'occupazione

lavoro

Il governo esulta per i dati, pubblicati dall’Istat, sull’occupazione nel mese di maggio. «Disoccupazione sotto il 10% per la prima volta dopo anni, lavoratori italiani in crescita e ai massimi storici dal 1977 – commenta il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini – Avanti così, tagliare le tasse a imprenditori, lavoratori e famiglie è un dovere morale».

Effetti di quota 100
A commentare positivamente i dati dell’Istat, con il calo della disoccupazione e un aumento del tasso d’occupazione, anche il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon: «I primi risultati di Quota 100 iniziano a farsi vedere e a dare respiro ad un Paese che aveva bisogno di misure coraggiose» spiega. Inoltre, punta il dito contro coloro che in passato hanno criticato la manovra e i suoi possibili effetti sull’occupazione: «Solamente stimolando l’uscita dal mondo del lavoro – prosegue Durigon- possiamo incentivare l’occupazione e il ricambio generazionale e proprio così sta avvenendo. A tutti i detrattori di Quota 100 pronti a puntare il dito i mesi scorsi per il mancato ricambio occupazionale ho sempre risposto che bisognava attendere maggio per vedere i primi effetti positivi. I dati di oggi ci danno ragione e dimostrano che la strada intrapresa da questo governo di rottura con il passato è quella giusta».

Niente cambi al decreto dignità
All’esultanza del leader della Lega si aggiunge quella del ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, che in un post sul “Blog delle stelle” commenta i dati dell’occupazione e loda il decreto dignità, fortemente voluto dal MoVimento: «Il Decreto Dignità sta funzionando. E lo sottolineo anche a chi, tramite i giornali, ha diffuso la notizia, ovviamente falsa, che il Decreto Dignità andrebbe riscritto. Lo dico chiaramente per l’ultima volta, con dati alla mano: del Decreto Dignità non si cambia nemmeno una virgola! Dopo i fallimenti del Pd, abbiamo messo in campo il primo provvedimento che finalmente sta creando lavoro! E di questo ne sono fortemente orgoglioso. Lo so bene, c’è ancora tanto da fare, ma siamo sulla strada giusta. Avanti così!».
Infine, dopo aver citato i dati dell’Istat, Di Maio aggiunge: «Le opposizioni adesso cosa hanno da dire? Continueranno a sbraitare, oppure finalmente si faranno un bagno di umiltà leggendo questi dati?».

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

17 − 12 =