Lavoro, per gli studenti italiani la Nutella tira più dell’online

Una classifica sui luoghi di lavoro più desiderati vede al primo posto, nelle preferenze italiane, l'azienda dolciaria di Alba

lavoro

I giovani preferiscono la Ferrero. Stando a una ricerca di Universum Global, società svedese attiva nell’employer branding, l’azienda di Alba sarebbe la meta di lavoro più desiderata tra i laureati in economia con un’esperienza tra i 2 e i 12 anni.

I risultati del sondaggio
La ricerca “Italy’s most attractive esploder 2018”, giunta alla 15esima edizione, rileva quali siano i datori di lavoro con più appeal per gli studenti italiani e per i lavoratori con esperienza tra i 2 e i 12 anni. In classifica, dietro la Ferrero, troviamo Google, unica società non italiana tra le prime cinque. Tuttavia, nella graduatoria mondiale, l’azienda di Mountain View è saldamente al primo posto per il terzo anno consecutivo. Inoltre, nel nostro Paese, è risultata la più ambita tra coloro che hanno una formazione scientifico-ingegneristica, insieme ad Amazon e Microsoft. Nella top ten italiana troviamo anche Intesa Sanpaolo, UniCredit, Ferrari, Apple, Luxottica, Amazon, Poste Italiane e Bnl – Gruppo Bnp Paribas.
Alla ricerca hanno partecipato più di 40 mila studenti da 44 università italiane e oltre 11 mila professionisti.

L’opinione dell’azienda
A esprimere soddisfazione per il risultato raggiunto è stato il presidente e ad di Ferrero Italia, Alessandro d’Este: «Siamo felici di osservare che la nostra attrattività come datore di lavoro corra di pari passo alla nostra reputazione aziendale: in entrambi i casi siamo leader in Italia e nel mondo e questo è per noi motivo di grande orgoglio e di grande responsabilità». Il dirigente spiega che alla Ferrero ci sono aspetti che caratterizzano un buon ambiente di lavoro e che garantiscono il successo della società: «Per noi l’azienda deve saper esprimere, con coerenza e nei fatti, un insieme di valori etici che i lavoratori condividano e di cui possano essere orgogliosi. Dobbiamo, poi, assicurare loro un luogo di lavoro in cui si sentano liberi di esprimersi, considerati e valorizzati, senza alcuna discriminazione e saper mostrare una sensibilità alle esigenze personali dei dipendenti, che devono esser messi in grado di produrre i migliori risultati ed esser valutati per quelli». E conclude ricordando come l’azienda offra ai suoi dipendenti «ruoli e responsabilità che permettano loro di accrescere le competenze individuali, fornendo opportunità di crescita professionale internazionale e condizioni economiche in linea col mercato, con le competenze e con il contributo individuale fornito alla performance complessiva».

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 − 16 =