Le città più inquinate d’Italia

Legambiente ha stilato un dossier sull’inquinamento dell’aria delle città italiane. Sono diversi i capoluoghi di Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto che hanno superato i 35 giorni di sforamento all’anno di Pm10, le concentrazioni nell’aria di oltre 50 microgrammi/metrocubo.

Dall’inizio dell’anno 2019, Torino è la città che più di tutte ha superato il tetto di Pm10 per 55 giorni. Il capoluogo del Piemonte è seguito da Alessandria con 53 giorni, Milano con 53 e Cremona e Rovigo con 51.

17 CITTA’ TRA LE PIU’ INQUINATE

In tutto, sono 17 le città che, da gennaio a settembre, hanno superato i limiti annuali di inquinamento, andando oltre le concentrazioni nell’aria per più di 35 giorni: Torino, Alessandria, Milano, Cremona, Rovigo, Pavia, Verona, Venezia, Padova, Vicenza, Asti, Treviso, Frosinone, Mantova, Ferrara, Lodi e Brescia. Le città di Monza, Reggio Emilia e Ravenna, infine, sono riuscite a fermarsi proprio entro la soglia dei 35 giorni.

BLOCCO CIRCOLAZIONE

Si va dal blocco della circolazione per i veicoli più inquinanti, fino agli incentivi per il ricambio del parco auto e dei sistemi di riscaldamento degli edifici, passando per la lotta al riscaldamento a biomasse. Partono i divieti a Milano, dove entrerà in vigore l’Area B: nella città meneghina sarà vietato l’ingresso ai veicoli motorizzati diesel fino a Euro 4, dal lunedì al venerdì in una fascia oraria che va dalle ore 7.30 alle ore 19.30. Il provvedimento andrà a riguardare qualcosa come circa 100 mila veicoli.