Leader Jihad ucciso in raid Israele, pioggia di razzi da Gaza   

Un leader della Jihad islamica palestinese
è stato ucciso nella notte in un raid condotto da Israele su Gaza City ed i gruppi di militanti palestinesi hanno reagito lanciando numerosi razzi dalla Striscia di Gaza contro lo Stato ebraico, intercettati dal sistema di difesa antimissile Iron Dome. Baha Abu Al Ata, 42enne leader del braccio armato della Jihad, le Brigate al-Quds, e sua moglie sono stati uccisi in un attacco aereo contro la loro abitazione nella parte est di Gaza City.  

“Abbiamo appena colpito il comandante a Gaza della Jihad, Baha Abu Al Ata – hanno annunciato su twitter le Forze di difesa israeliane – che era direttamente responsabile di centinaia di attacchi terroristici contro civili e soldati israeliani. Il prossimo attacco è imminente”.  

Le sirene dell’allarme aereo sono suonate questa mattina a Tel Aviv, dopo un lancio di molti razzi dalla Striscia di Gaza in risposta all’uccisione di un leader della Jihad islamica. Le autorità hanno disposto la chiusura di tutte le scuole nel sud di Israele e anche a Tel Aviv.