Lega, Salvini all’Europa: «Qualunque cosa accada taglieremo le tasse»

Il leader del Carroccio: «Servono 15 miliardi e sono stati già trovati. Manovra aggiuntiva? No, non la facciamo»

lega

Va dritto come un treno. E insiste sulla flat tax. Matteo Salvini, leader della Lega e vicepremier, lancia l’ennesimo guanto di sfida all’Europa e dice: «Qualunque cosa accada taglieremo le tasse». Traduzione: procedura di infrazione o no, «a Bruxelles si mettano l’anima in pace…». Poi più dettagli: «Servono 15 miliardi e sono stati già trovati». Manovra aggiuntiva? «No, nessuna nuova tassa in più – risponde – anzi voglio fare subito la manovra che di solito si fa in inverno».c

Non è un capriccio
Il numero uno del Carroccio ha rilasciato un’intervista a Sky Tg 24 dalla spiaggia di Milano Marittima, puntando forte sulla flat tax: «Non è un capriccio della Lega diminuire le tasse alle famiglie, alle imprese, ai lavoratori. E’ l’unico modo per far ripartire questo Paese. Nel 2020 non tutti, ma tanti italiani pagheranno meno tasse, apriranno nuove imprese e ci saranno più assunzioni». Messaggio all’Europa forte e chiaro: «Sull’immigrazione l’Europa continua a non esistere. Non esagerassero parlando di infrazioni, multe, commissari. Noi all’Europa diamo 6 miliardi di Euro all’anno. Quindi ci permettessero di tagliare le tasse agli italiani…».

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × 4 =