Libia, gli italiani preoccupati da possibili nuovi sbarchi di migranti

Lo evidenzia un sondaggio realizzato dall'Istituto Swg che ha analizzato il grado di apprensione derivato dalle possibili conseguenze della crisi libica

Libia

La situazione in Libia continua ad essere molto critica, dopo che tre settimane fa l’esercito guidato dal generale Khalifa Haftar, uomo forte della Cirenaica, ha lanciato un’offensiva verso Tripoli, sede del governo libico guidato dal premier Fayez Al Sarraj. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in Cina per il secondo Forum sulla via della Seta, ha avuto un colloquio telefonico con il premier libico Serraj, durante il quale si è discusso dell’attuale situazione nel Paese. Inoltre, Conte potrebbe avere, a margine degli incontri a Pechino, un bilaterale con il presidente dell’Egitto, Abdel Fatah al Sisi, che dovrebbe essere incentrato sulla situazione libica. Oltre alla questione umanitaria a preoccupare è il pericolo di un nuovo exploit di sbarchi nel nostro Paese.

Apprensione per nuovi possibili sbarchi
La possibilità che una nuova ondata di migranti, a causa del conflitto, tenti di attraversare il Mediterraneo per raggiungere le coste italiane è stato il tema di un’indagine realizzata dall’Istituto Swg. Nel sondaggio è stato chiesto agli intervistati quanto siano preoccupati dall’ipotesi di nuovi sbarchi. Il 75 per cento si è detto molto (33 per cento) o abbastanza (42 per cento) preoccupato, contro il 18 per cento che lo è poco (13 per cento) o per nulla (5 per cento).

Libia
(Fonte: http://www.swg.it/politicapp)

Per il sondaggio sono stati interpellati gli elettori dei tre principali partiti italiani: Lega, MoVimento 5 Stelle e Partito democratico. Analizzando i dati dei vari partiti nel dettaglio si evince come la preoccupazione maggiore sia quella degli elettori della Lega (88 per cento), seguiti dai 5 Stelle (77 per cento) e dai dem (68 per cento).

Libia
(Fonte: http://www.swg.it/politicapp)

Infine, verificando il grado di apprensione degli intervistati in base alla loro provenienza geografica, la preoccupazione maggiore si riscontra nel Nord est (81 per cento) seguito dalle isole (78 per cento), dal Nord ovest (76 per cento) e dal centro sud (entrambi al 72 per cento).

Libia
(Fonte: http://www.swg.it/politicapp)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

13 + diciassette =