Ricciardi boccia la Lombardia. Matteo Salvini: “Ancora dà lezioni, ma non ne azzecca una”

Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute, boccia la decisione di riaprire anche la regione Lombardia. Per il docente di Igiene alla Cattolica sarebbe stato meglio aspettare ancora un po’. Un giudizio che fa infuriare Matteo Salvini: “Ma questo consulente del governo, che non ne ha azzeccata una neanche per sbaglio, ancora dà lezioni?”, scrive il leader della Lega su Twitter.

Ricciardi, in un’intervista alla Stampa, ha spiegato anche che “il trend generale è sicuramente positivo, e stanno andando nella giusta direzione anche regioni come Liguria e Piemonte. I numeri della Lombardia inducono però ancora alla prudenza. Dove la circolazione del virus è ancora intensa bisogna essere prudenti, quindi per la Lombardia un pò di attendismo non guasterebbe – sottolinea -. Ma le mie sono considerazioni scientifiche, poi spetta alla politica decidere in base ad altre considerazioni sociali ed economiche”. Quanto al “patentino di immunità” richiesto dalla regione Sardegna, commenta: “Di per sè è un’idea affascinante, ma non è attuabile. Se parliamo dei test diagnostici rapidi non hanno ancora dimostrato di poter rilevare con sicurezza la presenza del virus nell’organismo. Riguardo i test sierologici invece non sappiamo se gli anticorpi siano effettivamente neutralizzanti e quanto eventualmente possa durare la loro azione protettiva”. Ed in merito al rischio di una seconda ondata in autunno, dice: “Solitamente accade per tutti i virus che colpiscono le vie respiratorie. Per questo non dobbiamo farci cogliere impreparati”.