M5S, chi rappresenta il vero spirito del MoVimento?

Un'indagine dell'Istituto Swg ha evidenziato cosa pensano gli elettori, mentre parlamentari e la base del partito si interrogano sulla leadership

M5S
Da sinistra: Luigi Di Maio, Beppe Grillo e Davide Casaleggio

L’accordo tra il MoVimento 5 Stelle e il Partito democratico che ha portato alla nascita del nuovo governo non è stato accolto favorevolmente da tutti i pentastellati. Molti, tra cui il senatore Gianluigi Paragone, hanno protestato e, in seguito alla formazione del nuovo esecutivo all’interno del gruppo di Palazzo Madama, 70 senatori hanno firmato un documento in cui sembrava venisse messa in dubbio la leadership del neo ministro degli Esteri. Tesi, questa, smentita dallo stesso Di Maio che ha parlato di un malinteso: «Ho sentito il senatore che ha raccolto le firme, Dessì, e anche molti dei senatori che avevano firmato il documento: in realtà – ha spiegato ai microfoni di Skytg24 – guardando il documento non si parla né del capo politico né della leadership M5S. È una procedura interna per modificare lo statuto del gruppo». In seguito, in un’intervista al Corriere della sera, Di Maio ha parlato anche delle critiche sulla sua leadership: «So che ci sono persone che non sono d’accordo con la mia linea, ma non è una novità e comunque sono sicuro che non sia una questione di poltrone. Io ho preso l’80 per cento del consenso per la mia riconferma e abbiamo anche la maggioranza in Consiglio dei ministri». Tuttavia, guardando al futuro, ci si interroga su chi possa essere il rappresentante delle varie “anime del MoVimento”. Infatti, l’Istituto Swg ha realizzato un’indagine per sondare la popolarità dei leader pentastellati fra gli elettori.

Chi rappresenta davvero gli ideali dei 5 Stelle?
Il sondaggio, realizzato su un campione rappresentativo nazionale di 1000 individui, ha evidenziato come la maggior parte degli elettori pentastellati veda in Alessandro Di Battista e Beppe Grillo i veri rappresentanti del MoVimento. I due, infatti, sono stati indicati rispettivamente dal 34 e dal 30 per cento di chi vota M5S. Se, invece, si considera il totale degli elettori è il comico genovese a ottenere più consensi, con il 28 per cento, seguito da Di Maio al 17 per cento.

M5S
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)

Tornando alle critiche sull’attuale leader M5S, il sondaggio Swg evidenzia come per gli elettori quest’ultimo sia, insieme a Roberto Fico quello che si è allontanato maggiormente da quello che era lo spirito iniziale del MoVimento.

M5S
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)

Inoltre, Di Maio è l’unico rappresentante indicato dai suoi elettori come figura vicina al centro-moderato (la pensa così il 45 per cento degli elettori grillini), a differenza di Grillo, Di Battista e Fico, visti come figure più vicine al centro-sinistra. In particolare questa descrizione riguarda il presidente della Camera, indicato dal 58 per cento degli elettori 5 Stelle.

M5S
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)

Per quanto riguarda, infine, Davide Casaleggio, la maggior parte degli elettori (il 48 per cento tra i 5 Stelle e l 49 sul totale degli elettori) ha dichiarato di non riuscire a comprendere a quale area politica sia più vicino.

M5S
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 − 9 =