M5S, Di Maio: “Non è momento semplice”  

“Per il Movimento 5 Stelle non è un momento semplice, ha bisogno di un grande momento di riflessione in cui stabilire una nuova carta dei valori e dei nuovi obiettivi. Sono passati 10 anni, in 10 anni è cambiato tutto”. Così Luigi Di Maio, a Casoria (Napoli) per il progetto ‘Alberi per il futuro’.  

“Il Movimento 5 Stelle ha bisogno di un grande momento di riflessione e lo faremo anche grazie al lavoro del primo organo politico eletto nel Movimento nella sua storia, cioè il Team del Futuro che sarà pronto entro metà dicembre” ha aggiunto il capo politico M5S.  

Poi, parlando dell’esecutivo, Di Maio ha detto che “questo governo un po’ alla volta lavorerà sempre meglio, c’è un clima migliore. Questo governo se fa le cose per gli italiani avrà lunga vita”.  

Riguardo alle regionali, “sull’Emilia Romagna decideremo nei prossimi giorni per quanto riguarda la nostra partecipazione” e questo “vale anche per la Calabria. Noi dobbiamo presentarci dove siamo pronti, dove non siamo pronti, saremo onesti con i cittadini”.  

Con i giornalisti il ministro è tornato anche sulla questione ex Ilva. “Chi parla dello scudo penale credo stia usando un pretesto, lo pensano anche gli italiani” ha sottolineato. “Una cosa è certa – ha scandito – noi trasciniamo quella multinazionale in tribunale e chiederemo di rispettare i patti con lo Stato, perché quella multinazionale ha firmato un contratto con lo Stato e se pensa di potersene andare, ha sbagliato governo. Per noi quella multinazionale ha firmato un contratto e deve rispettare l’obbligo di prendere 10.500 dipendenti”. “Parlare oggi del piano B – ha aggiunto – significa dare oggi la migliore via d’uscita ad ArcelorMittal. Deve sentire la pressione di tutti i cittadini e del sistema Italia”. 

Su Venezia, non è mancato poi un affondo al centrodestra: “Evitino le passerelle nell’acqua alta per decenza”.