M5S, Di Maio: «Sento di continue telefonate tra la Lega e Berlusconi»

Il vicepremier: «Ogni volta che ci danno per morti, noi torniamo più forti di prima. La coerenza a casa mia un valore ce l’ha»

tav

«È sempre così. Ogni volta che ci danno per morti, noi torniamo più forti di prima». Luigi Di Maio, leader del M5S e vicepremier, scrive sulla sua pagine Facebook e commenta così il successo in Sicilia dei grillini. «Vi avevano raccontato di un crollo, vi avevano detto che non ce l’avremmo fatta. Ebbene, abbiamo vinto un’altra volta!», continua Di Maio.  

I successi
«Abbiamo vinto a Caltanissetta, unico capoluogo al voto in Sicilia, dove da soli abbiamo sconfitto la coalizione di centrodestra grazie al nostro candidato Roberto Gambino. Abbiamo vinto a Castelvetrano, il paese del boss Matteo Messina Denaro che aveva visto due anni fa il commissariamento del Comune per infiltrazioni mafiose, insieme al nostro Enzo Alfano.  A lui e a Gambino vanno i miei migliori auguri di buon lavoro. Ringrazio anche Giancarlo Cancelleri per l’ottimo lavoro svolto sul territorio. E ringrazio ogni singolo attivista, ogni singolo cittadino che ha creduto e continua a credere in questo progetto!».  

Attacco al Pd, Lega e Forza Italia
«Ma non è ancora finita: il 26 maggio ci saranno anche le elezioni Europee e così come in Sicilia, ancora una volta, la scelta sarà tra chi vuole guardare avanti e chi, invece, spera in un altro Patto del Nazareno. In fondo, a Gela, il Pd di Zingaretti è tornato a coalizzarsi ancora con Forza Italia. Allo stesso tempo sento di continue telefonate tra la Lega e Berlusconi. Non so cosa ne pensiate voi, ma la coerenza a casa mia un valore ce l’ha. Eccome se ce l’ha! Forza!», chiude il leader del M5S. 

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette + due =