M5S, Lezzi: «Sono arrabbiatissima ma io non tradisco il Movimento»

L'ex ministro per il Sud: «Chi oggi è andato a ingrossare le fila del gruppo di Renzi lo fa con i nostri voti, con la fiducia conquistata dal nostro lavoro»

M5S

Barbara Lezzi è un fiume in piena. L’ex ministro per il Sud si dice «arrabbiatissima», ma al tempo stesso giura fedeltà al M5S tramite un post pubblicato sulla sua pagina Facebook. «Ma mai e poi mai trovo nella mia delusione la motivazione del tradimento», ha confermato in un passaggio chiave.

Il post completo
«Continuare per sempre la pratica del migliorare se stesso senza mai rinunciare alle proprie motivazioni, idee, aspettative. Da madre, questo vorrei trasmettere a mio figlio. E dal M5S mi aspetto lo stesso impegno. Lavoro per questo, ci sono da oltre dieci anni e ci sarò per sempre.

Sono arrabbiata perché non abbiamo più il ministero per il sud? Per questo parlo? Certo, anche per questo. E lo rivendico a testa alta perché abbiamo lavorato in questi mesi quasi senza soldi. Perché ora arriva la nuova programmazione dei fondi e noi abbiamo abdicato alla responsabilità del cambiamento per ben otto regioni e le abbiamo riconsegnate a coloro che i cittadini avevano mandato a casa.

Sono arrabbiatissima perché i miei conterranei mi dicono: vi abbiamo dato il voto e ci avete ridato i soliti personaggi. Ma mai e poi mai trovo nella mia delusione la motivazione del tradimento.

Chi oggi è andato a ingrossare le fila del gruppo di Renzi lo fa con i nostri voti, con la fiducia conquistata dal nostro lavoro e dalla nostra severa opposizione al governo della scorsa legislatura. Di tutti a tutti i livelli.

Se le ragioni del malcontento sono tali da rendere difficoltoso restare nel Movimento, armi e bagagli e te ne torni a casa per conquistarti la fiducia dei cittadini. E basta.

Il Movimento, però, non rinunci a migliorare se stesso. Emargini l’irriconoscenza e la saccenteria. Torni a credere ed a ascoltare chi non si è intimorito del dileggio, chi ha ignorato le macchine del fango mediatiche, chi ha sempre e solo rivendicato il benessere dei cittadini e il rispetto delle loro scelte. Chi non si è mai vergognato di lavorare sotto il simbolo del M5S».