Malattia, dall’Inps una guida su diritti e doveri del lavoratore

L'Istituto risponde alle domande più frequenti su certificazione telematica e visite di controllo

M&G

Cosa devono fare i lavoratori in caso di malattia? Quali sono le fasce di reperibilità per le visite fiscali? Le visite mediche di controllo possono essere disposte d’ufficio dall’Istituto o su richiesta dei datori di lavoro per i propri dipendenti?

Parte da queste domande la guida redatta dall’Inps che in poche e semplici pagine spiega come funzionano certificazione telematica e visite mediche di controllo. «L’Istituto risponde così alle domande più frequenti dei dipendenti, sia privati che pubblici – si legge in una nota , indicando loro i passi da seguire quando, causa malattia, sono impossibilitati a recarsi a lavoro».

La prima cosa da fare è contattare il proprio medico curante che ha il compito di redigere e trasmettere il certificato in via telematica, ricorda l’Inps. Certificato e attestato cartacei sono accettati solo quando non sia tecnicamente possibile la trasmissione telematica. Il lavoratore, spiega ancora l’Istituto, deve prendere nota del numero di protocollo del certificato e controllare l’esattezza dei dati anagrafici e dell’indirizzo di reperibilità per la visita medica inseriti. Può inoltre verificare la corretta trasmissione del certificato tramite l’apposito servizio sul sito Inps. , inserendo le proprie credenziali .

L’intera guida è consultabile a questo link

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

venti − tre =