Manovra, le proposte di Forza Italia per modificare la legge di bilancio

Il gruppo dei forzisti alla Camera presenta i suoi emendamenti in una conferenza a Montecitorio. E Brunetta avverte il governo sul rischio recessione

manovra

Si tratta di una manovra che non va cambiata, ma riscritta. È questa l’opinione del gruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati che, in una conferenza a Montecitorio, ha presentato le sue proposte per dare al Paese crescita e sviluppo. Sono più di 1000 gli emendamenti presentati, spiega Mariastella Gelmini, capogruppo dei forzisti alla Camera, perché «questa manovra per noi è completamente da riscrivere, innanzitutto nella direzione». Una direzione che «non può essere quella di un aumento della spesa corrente e non può essere quella di un indebitamento degli italiani di oggi e degli italiani di domani per regalare il reddito di cittadinanza».

Le proposte di Forza Italia
La Gelmini aggiunge come l’obiettivo delle proposte di Forza Italia sia quello di costruire una proposta per il Paese. A questo proposito spiega: «Abbiamo presentato emendamenti per la flat tax, per il lavoro, per gli investimenti, per l’impresa, per gli italiani all’estero, per la famiglia, per la sicurezza, per il Sud. Siamo pronti a riscrivere completamente questa cattiva legge di bilancio». E aggiunge: «Non ci aspettiamo che la mole di emendamenti venga accolta interamente dal governo, ma forse varrebbe la pena che si soffermasse almeno su alcune nostre proposte».

Le misure per la famiglia
Oltre ai provvedimenti su flat tax e lavoro, uno dei punti su cui si concentrano le proposte di Forza Italia è quello relativo alla famiglia. Gli emendamenti presentati costituiscono un vero e proprio pacchetto per rilanciare la natalità del Paese e aiutare le mamme che lavorano. Tra questi il cosiddetto bonus bebè dovrebbe essere alzato dagli attuali 960 euro a 1000, diventando una misura permanente; gli attuali 4 giorni di congedo parentale dovrebbero essere portati a 10, da usufruire entro 5 mesi dalla nascita del figlio; più risorse per gli asili nido e per i servizi per la prima infanzia; aumento delle risorse economiche a favore del Fondo per il sostegno alle adozioni internazionali; norme pensionistiche agevolate per le madri che lavorano in base al numero dei figli.

Italia a rischio recessione
Oltre a presentare le proposte di Forza Italia, la conferenza è anche un’occasione per fare il punto sullo “scontro” tra il governo e i vertici dell’Europa. Renato Brunetta, responsabile del Dipartimento politica economica di Forza Italia, ricorda che a chiedere di riscrivere la manovra economica è l’Ue: «L’Italia è sotto procedura di infrazione per questa manovra. Noi di Forza Italia proponiamo di riscriverla ma chi chiede la totale riscrittura al Governo Conte è, soprattutto, l’Unione Europea. È questo lo stato dell’arte». L’alternativa sarebbe l’avvio della procedura d’infrazione che vorrebbe dire commissariamento dell’Italia e arrivo della troika nel nostro Paese. L’Europa non chiede una semplice limatura, spiega Brunetta, ma la riscrittura della manovra e della legge di bilancio. Una situazione «difficile, ma non impossibile da realizzare se c’è la volontà politica. Se il governo avesse le idee chiare – afferma – rifarebbe tutti i conti e rinvierebbe il draft badgetary plan e sulla base di quello riscriverebbe la legge di bilancio».
Invece, per realizzare le sue misure principali come il reddito di cittadinanza e la “quota 100”, vengono impiegati «14 miliardi di euro di spesa corrente che non fa crescita e non fa sviluppo». Infine Brunetta spiega come il rischio per il Paese sia quello di trovarsi in recessione già dal prossimo trimestre. Se l’atteggiamento di Salvini e Di Maio non cambia, aggiunge, «la procedura d’infrazione è certa, il commissariamento dell’Italia è certo, la recessione del nostro Paese è certa».  E conclude: «La nota amara, ma è bene che Salvini e Di Maio lo sappiano, è che andranno alle elezioni europee con l’Italia in recessione e quasi mai chi va alle elezioni con il Paese in recessione quelle elezioni le vince».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tredici + 20 =