Manovra, le ultime novità 

Nuovo pacchetto di emendamenti al decreto legge fiscale, collegato alla Manovra, depositato in commissione Finanze al Senato. Tanti i cambiamenti proposti rispetto al primo impianto, vediamo di seguito quali.

BONUS BEBE’ – Il bonus bebè resta per il 2019. Sarà pari a 960 euro che salgono fino a 1.152 euro dal secondo figlio. ”E’ riconosciuto per ogni figlio nato o adottato dal primo gennaio 2019 al 31 dicembre 2019” l’assegno di 80 euro ”corrisposto esclusivamente fino al compimento del primo anno di età ovvero al primo anno di ingresso nel nucleo familiare”. Dal secondo figlio in poi ”l’importo è aumentato del 20%”.

SIGARETTE ELETTRONICHE – Le imposte sulle sigarette elettroniche passano dal 50% al 5%. Con la legge di bilancio 2018 è stata inserita una norma che introduceva il maxi tributo, mentre con la proposta di modifica si rivede la misura, riducendo drasticamente l’imposta;

CONDONO TOMBALE – L’articolo 9 del decreto fiscale, collegato alla manovra, che contiene le misure, viene totalmente riscritto con un emendamento presentato in commissione Finanze al Senato, che cambia titolo e diventa ‘Irregolarità formali’. La nuova norma consente di regolarizzare gli errori lievi fatti nelle dichiarazioni dei redditi, dell’Irap e dell’Iva, pagando un forfait di 200 euro per ogni anno d’imposta, fino a un massimo di 5 anni;

MONEY TRANSFER – Arriva la ritenuta dell’1,5% sui money transfer, i trasferimenti in denaro che dall’Italia vanno fuori dall’Unione europea. ”A decorre dal primo gennaio 2019 -si legge nella proposta di modifica- è istituita un’imposta sui trasferimenti di denaro, a esclusione delle transazioni commerciali, effettuati verso Paesi non appartenenti all’Unione europea”.

CASINO’- Arriva il commissario straordinario, per la gestione della casa da gioco del comune Campione d’Italia. Il commissario straordinario, che dovrà essere nominato entro 30 giorni dalla data di conversione del decreto legge, avrà l’incarico di ”valutare la sussistenza delle condizioni per l’individuazione di un nuovo soggetto giuridico per la gestione” del casinò.

MALTEMPO – Mezzo miliardo di euro per costruire case, sistemare strade e piantare alberi, nelle zone che quest’anno sono state colpite dal maltempo. ”Al fine di far fronte alle esigenze derivanti dagli eventi calamitosi verificatesi nei mesi di settembre e ottobre dell’anno 2018 -si legge nella proposta- è istituito un fondo con una dotazione iniziale di 474,6 milioni di euro per l’anno 2019 e 50 milioni per l’anno 2020”, per un totale di 524,6 milioni di euro nel biennio.

(Fonte: Adnkronos)