Dal 15 luglio, le mascherine saranno obbligatorie in Lombardia solo senza la distanza minima di sicurezza

Dal 15 luglio ci sarà una novità molto importante che riguarda una delle regioni maggiormente colpite in Europa dalla pandemia di coronavirus. In modo particolare, il governatore Attilio Fontana ha predisposto una ordinanza in cui si stabilisce che le mascherine in Lombardia saranno obbligatorie all’aperto soltanto se verrà meno la distanza minima di sicurezza tra le persone presenti in uno stesso perimetro. Come riporta giornalettismo.com, un cambiamento radicale rispetto all’andamento dell’epidemia negli ultimi mesi. Nonostante i dati della Regione Lombardia sul contagio restino in termini assoluti i più alti d’Italia, le istituzioni hanno deciso che da questo momento in poi potranno esserci circostanze in cui non è necessario indossare il dispositivo di protezione. Mascherina che, lo ricordiamo, fino al 15 luglio è comunque obbligatoria non soltanto in luoghi chiusi (negozi, locali pubblici e privati, mezzi di trasporto), ma anche all’aperto, a differenza di altre aree d’Italia, proprio in virtù della specificità della situazione coronavirus in Lombardia. L’ordinanza di Attilio Fontana verrà firmata ufficialmente nella giornata di domani, mentre oggi si è riunito il comitato tecnico-scientifico che ha espresso parere positivo rispetto a un allentamento dell’obbligo della protezione personale in caso di mantenimento del distanziamento sociale, anche in luoghi aperti.