Matteo Renzi attacca Elio Lannutti: “E’ uno squallido senatore M5S”

“Dopo aver offeso gli ebrei e tutta la comunità civile con la riproposizione dei peggiori insulti antisemiti, uno squallido senatore del Movimento 5 stelle insulta oggi la Merkel e attacca gli amici tedeschi definendoli ‘nipotini di Hitler’. La mia solidarietà alla Cancelliera, al popolo tedesco. Quel Senatore non conosce la parola vergogna. Mi vergogno io per lui. E mi vergogno per il Movimento Cinque Stelle che non ha ancora espulso gente così”. Così sui social Matteo Renzi attacca il senatore Elio Lannutti che, su fb, invitava ad “alzare la testa” perchè “abbiamo subito fin troppo i diktat dei nipotini di Hitler e degli Stati canaglia suoi complici!”.

LE DICHIARAZIONI DI LANNUTTI

Dopo il post in cui collegava le “tredici famiglie che comandano il mondo” alla setta dei “Savi di Sion”, oggi il senatore del Movimento 5 Stelle ne pubblica un altro in cui attacca la Germania: “L’offerta della Merkel, sant’Angela patrona d’Europa? Su la testa: abbiamo subito fin troppo i diktat dei nipotini di Hitler e degli stati canaglia suoi complici!” Il riferimento è alle trattative in seno all’Eurogruppo sugli strumenti da mettere in campo per dare liquidità alle imprese europee messe in ginocchio dalla crisi del Coronavirus. Ma l’oggetto del post sbiadisce di fronte all’accusa mossa alla Germania e alla sua democrazia di essere erede del nazionalsocialismo e la reazione delle forze politiche italiane è tanto veemente da portare il senatore Lannutti a modificare il post eliminando il riferimento ai “nipotini di Hitler”.