Maturità 2020, al via gli esami per mezzo milione di studenti

Al via gli esami di maturità per mezzo milione di studenti che si trovano ad affrontare, a causa del coronavirus, un esame come mai nessuno si sarebbe aspettato, almeno fino a qualche mese fa. Non c’è una prova scritta, ma un maxi-orale omnicomprensivo, a partire da un elaborato. Per l’apertura degli esami, la ministra Lucia Azzolina ha scelto di essere a Bergamo, una delle città che ha più sofferto nei giorni bui della pandemia.

MASCHERINE

Mascherina e due metri di distanzaPer sostenere l’esame, tutti devono indossare la mascherina. Solo gli studenti possono toglierla durante il colloquio, mantenendo però la distanza di sicurezza di almeno 2 metri dagli esaminatori. Il commissario straordinario per l’Emergenza, Domenico Arcuri, d’accordo con il ministero dell’Istruzione, ne ha fatte arrivare nelle 3.268 scuole che ospitano gli esami di maturità 5,3 milioni, sufficienti a coprire il fabbisogno di tutte le sessioni delle prove.

 

CONTE

AZZOLINA