Meloni controConte sulla riforma nascosta dei servizi segreti: “Un fatto gravissimo. Non è un golpe?”

Come riportato dal liberoquotidiano.it, Giuseppe Conte ha riformato i servizi segreti con un articolo inserito in gran segreto nell’ultimo decreto-Covid, quello con cui ha prorogato il controverso stato di emergenza. Scontate le polemiche, sia delle opposizioni sia della maggioranza. Durissime le parole spese da Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia: “È gravissimo che con il favore delle tenebre il governo modifichi la legge sulla nomina dei direttori dei servizi segreti senza darne comunicazione alcuna – ha premesso -. Il presidente del Consiglio non ne ha fatto menzione in Parlamento quando ha illustrato nei particolari i contenuti del decreto legge sullo stato di emergenza che riteneva necessario realizzare, come non ne ha fatto menzione la risoluzione presentata dalla maggioranza a conclusione del dibattito e approvata dal Parlamento. Non sono stati avvertiti in via preventiva i componenti del Copasir, non è stata fatta alcuna menzione nel comunicato di Palazzo Chigi che illustrava i contenuti del decreto approvato nella notte dal Consiglio dei ministri – insiste -. Si modifica per decreto una cosa delicatissima come la legge sui servizi segreti, all’insaputa di tutti e in spregio alle Istituzioni. Se l’avesse fatto un governo di destra come sarebbe stato definito? Un golpe?“, conclude la Meloni.