“Il Governo è alla fine”, il post di Giorgia Meloni è virale

“Governo alle battute finali. il loro profondo amore per la poltrona è l’unica cosa che li tiene ancora insieme. Basta giocare sulla pelle degli italiani: elezioni subito per dare all’Italia un governo in grado di far ripartire questa Nazione. Non impedirete ai cittadini di esercitare la loro sovranità ancora a lungo”. L’affondo è di Giorgia Meloni che, sul proprio profilo facebook, emette la sua “sentenza” politica su un Governo in piena crisi, dopo le fratture scoppiate in seno alla maggioranza su prescrizione e caso Bonafede.

La parziale resa di Conte

Lo stesso premiere Conte, per la prima volta ieri, ha dichiarato che “Semmai si dovesse arrivare a una mozione di sfiducia nei confronti del ministro Bonafede, ne trarrei le conseguenze…”.

I social si scatenano

Pesanti sotto il post di Giorgia Meloni i commenti degli utenti che si scagliano contro la maggioranza ed il Governo, senza salvare nessuno. “D’altronde sanno che con il prossimo voto il 50% tornerà nell’anonimato da dove sono venuti”. E una altro osserva amaro: “Le Camere non verranno sciolte. Andremo ad elezioni nel 2023, con un centrodestra logorato. Troppi interessi dietro per far “mollare l’osso” a questa gente”. E ancora “non è solo amore per la poltrona, c’è totale menefreghismo del popolo che continua a non essere sovrano…”

Forza Italia si tira fuori

Forza Italia “non potrà mai sostenere un governo con Conte presidente del Consiglio, Di Maio agli esteri e Bonafede alla Giustizia, con tutto il rispetto per le persone”. Lo ha affermato Mara Carfagna, parlando dell’ipotesi di prendere il posto dei renziani in maggioranza con una parte dei parlamentari azzurri. “Era difficile fare peggio del Conte Uno”, ha aggiunto. “Non sono mai stato di quelli che vuole stare al governo pur di stare attaccato alla poltrona. Ricordiamo che una legislatura dura 5 anni, e noi siamo la forza che più cerca di tenere l’equilibrio mentre Pd e Iv litigano, ma non vedo altri governi all’orizzonte oltre a quello guidato da Conte”. Così il viceministro dell’Economia Stefano Buffagni a Circo Massimo su Radio Capital, che aggiunge “Perché devo stare al governo se si litiga soltanto? Se si continua con le lamentele e le polemiche sul nulla, sono il primo che si stufa”.