Meloni, “in fase di sorpasso”. Il sondaggio storico: Fratelli d’Italia si mangia il Pd?

Enrico Letta dovrebbe guardarsi meglio alle spalle: mentre il suo Partito democratico vede accorciarsi molto lentamente le distanze che lo separano dal primo partito italiano, la Lega di Matteo Salvini, subito dietro c’è un bolide in corsia di sorpasso chiamato Fratelli d’Italia. I numeri provengono da un istituto al di sopra d’ogni sospetto, Youtrend, le cui rilevazioni sono autoevidenti: in due settimane il partito di Salvini perde mezzo punto (non è poco) e si attesta al 22,4 per cento, seguìto appunto dal Pd con il 18,8 (+0,1 ma ancora nettamente sotto la soglia psicologica del 20) e a un’incollatura c’è Giorgia Meloni che avanza a passo di carica fino al 17,4 (+0,3) lasciando indietro il Movimento 5 Stelle (17 per cento) e tutti gli altri, fra i quali si segnala una crescita di due decimali per Forza Italia (7,7) e Azione di Carlo Calenda (3,5).

A ben guardare i dati, se pure Salvini soffre l’isolamento dentro la compagine allargata del governo Draghi, le fanfare progressiste non hanno di che squillare: i giallorossi che al momento egemonizzano l’attuale maggioranza restano minoritari nel Paese, stabilmente inchiodati al di sotto del 40 per cento nei sondaggi. Ma soprattutto bisogna valutare le linee di tendenza che si stanno consolidando da alcuni mesi a questa parte: Fratelli d’Italia sale nell’indice di gradimento con una continuità in base alla quale, di qui a meno di tre mesi, potrebbe perfino mettersi sulla scia della Lega sorpassando il Pd, a conferma di una progressione geometrica inesorabile innescatasi dalle europee del 2019 in poi.