Mentana: “No invidia per Vespa. Un bel confronto? Conte-Salvini” 

“Nessuna invidia per il confronto Salvini-Renzi da Vespa”. Parola di Enrico Mentana che a margine della due giorni ‘Corporate Storytelling’ organizzata a Roma da Challenge Network e Scuola Holden e dedicate al mondo della narrazione d’impresa, commenta con l’Adnkronos il confronto tv a ‘Porta a Porta’. “Di confronti tv ne abbiamo fatti tanti sia io che Bruno. E poi – evidenzia Mentana – ho dovuto rivedere persino nella riproduzione scenica il mio Berlusconi-Occhetto di 25 anni fa… Avevo 14 anni la prima volta che vidi Vespa in televisione, posso invidiarlo?”. 

“Mi piacerebbe una sfida vera, questa è stata una splendida amichevole che Vespa ha arbitrato benissimo ma i match che contano sono quelli che si fanno in campagna elettorale per la leadership: o vinci tu o vinco io. Quelli non ci sono da 13 anni, anche perché – sottolinea il direttore del tg La7 – un po’ non c’è più il maggioritario. Un bel match sarebbe Conte contro Salvini o Zingaretti contro Di Maio. Cercando di avere delle figure che pesano più o meno uguale e che ambiscono più o meno alla stessa cosa”.