Merenda per bambini, attenzione alle calorie e alla bilancia

Garantire un apporto energetico e nutrizionale adeguato è la base per far crescere sani i più piccoli

alimentazione

Operazione nostalgia: la nonna che prepara in cucina la merenda per i nipotini. Scene che adesso sono rare, rarissime, quasi un miraggio. Perché la merenda per bambini è cambiata nella forma e nella sostanza con il passare degli anni. Le merendine ipercaloriche hanno disintegrato la tradizione del panino, della frutta fresca, del cibo sano a tutti i costi.     

I dati
La maggioranza dei bambini italiani (54 per cento) fa una merenda inadeguata con il consumo di alimenti con eccessiva densità calorica, ma c’è anche una minoranza del 3,4 per cento che, al contrario, la salta addirittura del tutto a metà mattino. L’ha scritto la Coldiretti in nota. In ogni caso la merenda resta un rito per 34 milioni di italiani, soprattutto per i bambini.    

Cosa fare
Garantire un apporto energetico e nutrizionale adeguato è la base per far crescere sani i più piccoli. La merenda per bambini va data sia a metà mattina che a metà pomeriggio. «A metà mattina è sufficiente consumare uno yogurt o un frutto o una spremuta», c’è scritto nell’opuscolo creato per genitori da Okkio alla Salute, che ricorda come solo 1 bambino su 7 fa una merenda leggera a metà mattina. Una alimentazione equilibrata e bilanciata nell’arco della giornata, del resto, aiuta a mantenere la mente attiva e il giusto peso. E’ fondamentale la colazione perché è il primo pasto della giornata: sarebbe ideale una tazza di latte, con tre o quattro biscotti o cereali e un frutto. Per non avere problemi con la bilancia è importante che i bambini facciano attività fisica ogni giorno: vanno bene tutte le attività motorie e il gioco in movimento, magari all’aria aperta, anche a scuola. 1 bambino su 4, infatti, non fa un’attività fisica sufficiente. Peso e altezza sono indici da far controllare dal pediatra durante le visite di routine. Tv e videogiochi? Un divertimento da contenere (al massimo 2 ore al giorno). Meglio correre dietro a un pallone senza pixel. E poi una merenda sana…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here