Meteo, caldo monstre: allerta arancione in 10 città italiane

Interessate Bologna, Bolzano, Brescia, Firenze, Frosinone, Latina, Napoli, Perugia, Rieti e Roma: ecco i consigli per proteggere la salute

meteo

C’è il rischio di sudare anche solo leggendo il meteo che riguarda l’Italia in questa porzione finale del mese di giugno. Sintesi: occhio al sole. E di riflesso alla salute, soprattutto dei bambini e degli anziani (si contano 4,3 milioni di ultraottantenni). Il bollettino sulle ondate di calore emesso dal ministero della Salute dice che domani, mercoledì 26 giugno, scatterà l’allerta arancione in 10 città italiane: interessate Bologna, Bolzano, Brescia, Firenze, Frosinone, Latina, Napoli, Perugia, Rieti e Roma. Ma alcune zone – in particolare Bolzano, Brescia e Rieti – saranno colpite dal caldo anche nella giornata odierna. 

Buon senso
Le regole di buon senso possono evitare problemi e limitare i danni del caldo pronosticato dal meteo. La Coldiretti, per esempio, spiega che è importante «ridurre al minimo le esposizioni ai raggi solari, specie nelle ore centrali della giornata, vestirsi con abiti leggeri chiari di cotone o in altre fibre naturali, fare docce tiepide, stare in luoghi ombreggiati, ma soprattutto difendersi con un’alimentazione con acqua e cibi rinfrescanti come frutta e verdura di stagione, ricche di potassio, calcio e ferro, indispensabili per rinvigorire l’organismo e reintegrare acqua e sali minerali persi con l’eccessiva sudorazione».  

Cosa fare
Gli esperti del ministero della Salute consigliano di «evitare l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde della giornata (tra le 11 e le 18); Evitare le zone particolarmente trafficate, ma anche i parchi e le aree verdi, dove si registrano alti valori di ozono, in particolare per i bambini molti piccoli, gli anziani, le persone con asma e altre malattie respiratorie, le persone non autosufficienti o convalescenti; Evitare l’attività fisica intensa all’aria aperta durante gli orari più caldi della giornata; Trascorrere le ore più calde della giornata nella stanza più fresca della casa, bagnandosi spesso con acqua fresca; Utilizzare correttamente il condizionatore». 

Tra cibo, farmaci e macchina
Si raccomanda di «seguire un’alimentazione leggera, preferisci la pasta e il pesce alla carne, evitando i cibi elaborati e piccanti; consuma molta verdura e frutta fresca. Fai attenzione alla corretta conservazione degli alimenti deperibili (esempio latticini, carne,) in quanto elevate temperature possono favorire la proliferazione di germi patogeni causa di patologie gastroenteriche; Se assumete farmaci, non sospendere autonomamente terapie in corso ma consulta il tuo medico curante per eventuali adeguamenti della terapia farmacologici; Fare attenzione alla corretta conservazione dei farmaci, tienili lontano da fonti di calore e da irradiazione solare diretta e riponi in frigorifero quelli che prevedono una temperatura di conservazione non superiore ai 25-30 gradi centigradi; Se l’auto non è climatizzata evita di metterti in viaggio nelle ore più calde della giornata (ore 11-18). Non dimenticare di portare con te sufficienti scorte di acqua in caso di code o file impreviste».