M&G, candidati in cerca di lavoro: «Se mi assumi ti regalo un prosciutto»

    La singolare proposta di una parrucchiera in cerca d'occupazione, scovata dai professionisti dell'M&G, società specializzata nella fornitura di servizi in appalto alle aziende

    M&G

    Già  sarebbe stato curioso (ma quantomeno in tema) se a proporlo fosse stato un aspirante salumiere ma visto che l’offerta arriva da una parrucchiera, il messaggio suona ancora più singolare. «Solo per oggi in omaggio un prosciutto», scrive la candidata alla fine di una lunga e dettagliata presentazione, personale e professionale, pubblicata su un noto sito di annunci di lavoro. Come a dire: per chi formalizza l’agognata assunzione, in cambio un cadeaux mangereccio come ringraziamento. Un modo originale per farsi ricordare dai selezionatori? Un’idea fuori dagli schemi per saltare all’occhio tra la miriade di ricerche di lavoro pubblicate su internet? Un tentativo maldestro di prendere per la gola il futuro datore di lavoro? Di certo tra le richieste d’occupazione scovate dai professionisti dell’M&G, società specializzata nella fornitura di servizi in appalto alle aziende, questa spicca per originalità.

    L’annuncio
    Protagonista dell’annuncio è una parrucchiera romana, poco più che trentenne, alla ricerca di un negozio dove mettere a frutto la propria esperienza. Simpatica, propositiva e con il sogno di aprire e gestire un salone tutto suo, l’originale coiffeur ha pensato così di sbaragliare la concorrenza, puntando sull’effetto “shock”. La sua lettera di presentazione si conclude con l’offerta del prosciutto e di uno sconto sui contributi Inps (ovviamente scherzoso) per chi deciderà di assumerla con «inserimento immediato» e un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

    Una candidatura poco conforme alle regole che mostra di certo un modo forte di farsi notare all’interno di un mercato del lavoro altamente competitivo, come ben sanno i professionisti dell’M&G.
    I saloni di bellezza apprezzeranno?

    Curriculum a lieto fine
    Di lettere di presentazione originali che hanno piacevolmente colpito il selezionatore tanto da portare all’assunzione è nota quella di Bernadett Baji. L’ungherese, dietro suggerimento di un amico designer, ha mandato il suo curriculum a un’ azienda vinicola scrivendo direttamente i suoi dati sull’etichetta di una bottiglia di vino. Un’alternativa al solito documento Word che non poteva non sfociare in un lavoro.

     

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here

    5 × 1 =