“Mi violentò”, giornalista accusa Trump  

Una giornalista accusa Donald Trump di averla aggredita e violentata in un camerino di un grande magazzino di lusso newyorkese oltre 20 anni fa. E. Jean Carroll, famosa negli anni novanta per una rubrica di consigli su ‘Elle’ e autrice di diversi libri, ha fatto un resconto dettagliato dell’aggressione in un libro in uscita in cui racconta altri episodi di molestie subite, di cui il New York Magazine ha anticipato alcuni stralci. 

La giornalista, che ora ha 75 anni, racconta che i fatti risalgono al 1995, quando incontrò Trump, allora un famoso immobiliarista, nei magazzini Bergdorf Goodman. Trump la riconobbe e, facendo riferimento alla sua rubrica di consigli, le chiese un consiglio per l’acquisto di lingerie per una donna. Ma quando i due arrivarono nei camerini, Trump divenne violento e la stuprò, secondo quanto raccontato da Carroll che dice di non aver denunciato prima questo episodio per paura dell’umiliazione pubblica. Trump ha smentito ogni accusa, affermando di non aver mai incontrato Carroll e che il suo libro dovrebbe essere “venduto come fiction”.  

(Fonte: Adnkronos)

Annunci