Migranti, il Nobel per la pace? «Diamolo a Matteo Salvini…»

La proposta è di Beatrix von Storch dell’Adf: secondo la politica tedesca il leader della Lega sta risolvendo la questione chiudendo i porti 



lega

In Germania c’è chi spinge per assegnare il Premio Nobel per la pace a Matteo Salvini, leader della Lega, ministro dell’Interno e vicepremier del governo gialloverde. Si tratta della vicecapogruppo di Alternative fur Deutschland (Afd) al Bundestag, Beatrix von Storch, che evidentemente è rimasta colpita dalle politiche sui migranti del numero uno del Carroccio. E’ chiaro che la candidatura va etichettata come una provocazione: del resto, Beatrix von Storch non ha voce in capitolo sull’assegnazione del Nobel della pace, vinto in passato da Nelson Mandela, Barack Obama, Madre Teresa di Calcutta, Martin Luther King e Kofi Annan, giusto per citare qualche nome.

Il motivo
La motivazione del perché il riconoscimento dovrebbe finire nella mani di Matteo Salvini è stata pubblicata sul sito ufficiale di Afd, il partito di destra tedesco: «Matteo Salvini, in qualità di ministro dell’Interno d’Italia, ha dato un grande contributo alla sicurezza e alla stabilità dell’Europa. Con la chiusura delle frontiere italiane, ha fermato con successo l’immigrazione clandestina verso l’Europa e l’industria dei gommoni, mostrando quali politiche oneste e decisive si possono adottare. Nessuno annega nel Mediterraneo se l’industria dei profughi e le sue navi non hanno nessuna possibilità di continuare i loro sporchi affari sfruttando la speranza e le terre europee. Suggerisco Matteo Salvini come vincitore del Nobel per la pace per aver messo in atto una politica di successo per la stabilità dell’Europa e per la salvezza di migliaia di vite. E’ un esempio che altri dovrebbero seguire».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here