Migranti, Meloni: «C’è un piano per destrutturare la società»

La leader di Fratelli d'Italia, intervistata a Radio Cusano Campus, parla del fenomeno dell'immigrazione clandestina e del successo del suo partito

accordo Pd-M5S

Destrutturare la società privandola della sua identità. Questo, secondo Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, è il disegno che sta dietro il fenomeno dell’immigrazione clandestina, come spiegato dalla deputata in un’intervista a Radio Cusano Campus: «Quello che noi dobbiamo capire è che dietro il tema di immigrazione incontrollata non c’è il tentativo episodico di persone che con fortuna sperano di sbarcare in Europa. Ci sono mondi che lavorano per trasportare verso l’Europa migliaia di africani, pakistani, afgani, eccetera… C’è un disegno dietro, il mettere nel mercato europeo migliaia di persone in difficoltà perché ciò consente di avere manodopera a basso costo e creare competizione al ribasso sui diritti dei lavoratori e sul costo del lavoro. C’è dietro un piano di destrutturazione della società: le identità sono sotto attacco, come se ci volessero privare di tutto ciò che caratterizza la nostra identità. L’immigrazione serve a questo».

L’attacco alla sinistra
La Meloni prosegue nella sua analisi: «Ci sono circa 2 milioni di venezuelani che muoiono di fame, avete sentito qualcuno dei sacerdoti dell’accoglienza dire che l’Italia deve dare una mano a questi bisognosi? Abbiamo preso venezuelani? No, perché molti sono di origine italiana ed europea, sono cristiani e uguali a noi, dunque non funzionali al disegno del grande burattinaio per colpire la nostra identità».
La leader di Fratelli d’Italia, inoltre, attacca la sinistra, rea, a suo parere, di non rendersi conto della situazione e non percepire come «in realtà le prime vittime del disegno sono proprio gli immigrati, vengono trascinati in Europa con inganni e promesse. Le donne, con minacce e riti voodoo, partono e finiscono ridotte in schiave nel giro della prostituzione, non si sa dove finiscono e non interessa a nessuno. Cosa c’è di umano in questo, cari amici della sinistra? Non c’è niente di umano».

Il successo di Fratelli d’Italia
Infine, spiega i motivi per cui il partito, negli ultimi tempi, sta ottenendo sempre più attenzione da parte della popolazione, come testimoniano anche i risultati conseguiti alle ultime elezioni: «La nostra forza è la coerenza. Gli italiani sanno che non ci siamo mai presi gioco di loro, abbiamo detto anche verità scomode quando necessario, non abbiamo rincorso slogan facili e semplificazioni eccessive. Questo lavoro richiede molto tempo per affermarsi, ma è anche un lavoro che prima o poi avrebbe dato i suoi frutti. Non abbiamo paura del politicamente scorretto e manteniamo una forte coerenza e serietà anche nella proposta».