Migranti, Salvini: «I porti resteranno chiusi»

Il ministro dell'Interno lancia un avviso alla nave Sea Watch 3 che naviga verso la Libia. Inoltre, commenta la proposta del M5S sul conflitto di interessi

Salvini

Il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, mantiene il punto sulla chiusura dei porti e lo sbarco di migranti sulle coste italiane, lanciando un avviso alla nave Sea Watch 3, che batte bandiera olandese, attualmente in navigazione nel Mediterraneo verso la Libia: «Avviso ai naviganti: non pensino di aiutare scafisti, imbarcare immigrati e dirigersi verso l’Italia perché verranno fermati, con ogni mezzo lecito consentito. L’avviso è rivolto anche ai nostalgici dei “porti aperti” presenti in Parlamento».

Conflitto di interessi
Inoltre, in un intervento a Radio 24, il leader della Lega ha parlato della legge sul conflitto di interessi, su cui preme il leader del MoVimento 5 Stelle, Luigi Di Maio: «Non sono contrario in linea di principio, basta che non sia contro qualcuno o contro qualcosa in particolare». Salvini ha poi aggiunto di non considerare la proposta dei 5 Stelle un’emergenza, ma che i provvedimenti da approvare con urgenza sono altri, come quello sul taglio delle tasse: «Vediamo la proposta dei 5 Stelle, fatemi leggere cosa c’è scritto, è giusto limitare certe sovrapposizioni ma se mi si chiede se è un’emergenza nazionale, dico no. Ovunque mi chiedono di andare avanti con riduzione delle tasse e tagliare la burocrazia».

Imprenditori e politica
Infine, il vicepremier ha commentato il rapporto tra politica e imprenditori: «Se non ci fossero gli imprenditori – in politica, ha spiegato – l’Italia non sarebbe il secondo Paese industriale d’Europa. Ci entrano tutti in politica, magistrati, avvocati, medici operai, giornalisti. Non si capisce perché qualcuno sì e qualcuno no».

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

venti + 12 =