Migranti, scintille Salvini-Trenta 

“Il ministro della Difesa, lo dice il nome, ‘difende’, l’operazione Sophia rispetto ai migranti aveva invece un unico paese dove portarli, io continuo a finanziare una missione che li porta tutti in Italia?”. Così il ministro per l’Interno, Matteo Salvini, a Quarta Repubblica, su Rete 4, in onda questa sera, rispondendo a una domanda sui rapporti con la ministra Trenta. “Al tavolo lo stato maggiore della difesa ha dato indicazioni utili”, ha aggiunto Salvini, riferendosi all’incontro di oggi al Viminale, durante il comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza nazionale.Il commento del leader del Carroccio arriva a fine giornata dopo che, arrivando a Palazzo Chigi per il vertice sulle autonomie, aveva già replicato indirettamente alla ministra della Difesa, che in un colloquio col ‘Corriere della sera’ aveva criticato la scelta del ministro dell’Interno di abbandonare la missione Sophia. “Quanto sta accadendo in questi giorni si sarebbe potuto evitare – ha detto Trenta – Lo avevo detto a Matteo Salvini: senza la missione Sophia torneranno le ong. Non ha voluto ascoltare e adesso si lamenta”. 

“Cosa replico alla ministra Trenta? Replicano i numeri”, ha osservato Salvini aggiungendo: “Con tutto il rispetto la missione Sophia recuperò decine di migliaia di immigrati e li portò tutti in Italia perché questo era nelle regole della missione. Ditemi voi se questo è contrasto all’immigrazione clandestina. Altre missioni europee? Chiedetelo all’Europa, che sta dormendo da anni” ha aggiunto il titolare del Viminale”. “Basta che le missioni coinvolgano tutti i porti europei e l’Italia non sia il punto di unico e ultimo approdo – ha sottolineato il vicepremier – La missione Sophia coinvolgeva solo l’Italia e sinceramente non mi sembrava molto europea. Io il lunedì mattina mi alzo contento, altri si alzano un po’ nervosetti ma è un problema loro”. 

”Se il ministro dell’Interno dice di sentirsi solo sul tema dei migranti, vorrà dire che se non gli possiamo neanche rispondere che ci sono strade di medio e lungo termine alternative per risolvere questo problema per sempre, vorrà dire che gli manderemo un peluche”, ha commentato il vicepremier Luigi Di Maio. 

(Fonte: Adnkronos)