Milleproroghe, via libera dal Senato. A settembre si passa alla Camera

Congelate le imposte sulle sigarette elettroniche, rinviato a gennaio l'obbligo di ricetta elettronica per i veterinari. Slittato l'obbligo vaccinale per le scuole

milleproroghe

Il Senato ha approvato la conversione del decreto milleproroghe con 148 sì, 110 no e 3 astenuti. Il provvedimento passa ora alla Camera dove la discussione avrà inizio martedì 11 settembre, alla ripresa dei lavori dopo la pausa estiva. Le votazioni proseguiranno anche il mercoledì 12 e giovedì 13.

Tra le varie cose, il decreto prevede lo slittamento dell’obbligo vaccinale per le scuole, punto sul quale la discussione in Aula è stata piuttosto accesa con un botta e risposta tra il capogruppo dem, Andrea Marcucci, e la presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati.

Altri punti: le regole per rendere operativo il fondo per i risparmiatori “vittime” di reati finanziari dovranno essere emanate entro fine ottobre. A stabilirlo è un un emendamento al decreto che sposta al 31 ottobre il termine fissato in precedenza a 90 giorni dall’entrata in vigore della legge di Bilancio.

Tra le modifiche già approvate in commissione, il Senato  ha confermato anche il “congelamento” delle imposte al consumo sulle sigarette elettroniche fino al 18 dicembre e il rinvio a gennaio 2019 dell’obbligo di ricetta elettronica per i veterinari.

Confermate anche alcune modifiche al capitolo terremoto, come i poteri speciali dei presidi nelle zone colpite dal sisma del 2016, che potranno così anche per il prossimo anno scolastico derogare sui numeri minimi e massimi per formare le classi e creare nuovi posti per i docenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here