Luigi Di Maio: “Lavoriamo tutti insieme”

“L’Italia punta sul recovery fund”. Con un’intervista rilasciata all’agenzia ADNKRONOS, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ribadisce la sua posizione sugli strumenti di aiuto europei nell’emergenza coronavirus, anche dopo l’impegno da parte della Commissione Ue a eliminare qualsiasi tipo di condizionalità e di meccanismi di sorveglianza nel caso di accesso alle linee di credito del Mes.

“È importante definire i tempi esatti e non aspettare il bilancio europeo del 2021 – sostiene Di Maio in un’intervista all’Adnkronos – I soldi devono arrivare subito. Anche il presidente Giuseppe Conte si è speso molto per il recovery, per noi è lo strumento che può realmente aiutare il nostro Paese. Ogni altro tipo di dibattito è al momento fuorviante”.

ZINGARETTI O RENZI?

“Governare non è mai facile, richiede grande senso di responsabilità. Il punto non è con chi ma per cosa si governa, con quali obiettivi. A mio avviso lo scopo deve essere tutelare i cittadini”, dice”.

FASE 2

La polemica, anche all’interno della compagine governativa, sul ministro Bonafede e il caso Di Matteo? “Posso dirle una cosa? Credo che i toni usati in questi giorni siano da campagna elettorale e lo trovo triste. In un momento così difficile per l’Italia è inaccettabile. Non c’è nessun altro Paese in Ue che vede dinamiche simili“.”L’Europa ci sta guardando – prosegue – la politica italiana si mostri all’altezza e non si faccia riconoscere anche stavolta. I cittadini hanno dimostrato senso di responsabilità, la politica faccia lo stesso. Invio un appello a tutte le forze politiche: si lavori insieme, bisogna dare risposte agli italiani e bisogna farlo subito

EUROPA

“L’Ue deve scegliere di darsi un futuro. E’ questo il tema”. Di Maio risponde così ad una domanda sulla sentenza della Corte costituzionale tedesca sul quantitative easing della Bce e sulle preoccupazioni riguardo all’atteggiamento della Germania rispetto all’Europa. “Guardi, ha già risposto la presidente della Bce Christine Lagarde – dice il titolare della Farnesina – Qui il tema è un altro: l’Ue deve scegliere di darsi un futuro“.

Secondo Di Maio, “questa emergenza sta mettendo in campo una serie di ostacoli che, se non vengono superati, viene meno l’essenza dell’Europa. Serve la massima solidarietà tra gli Stati membri. Unire le forze per ripartire tutti insieme, perché se cade uno Stato cade tutta l’Europa”.

REDDITO DI CITTADINANZA

“Credo sia sicuramente un bene che chi percepisce il reddito di cittadinanza in questa fase, nelle circostanze consentite dagli attuali decreti e ovviamente su base volontaria, perché non si possono certo obbligare le persone, e per un periodo di tempo limitato senza perdere il sussidio, possa dare una mano al Paese. Nel momento di grande difficoltà in cui ci troviamo è quanto mai indispensabile il contributo di tutti”, afferma Di Maio