Misure ed effetti, l’esperto: “Otterremo i risultati a fine aprile. Deve abbassarsi l’indice di contagiosità”

Si susseguono gli interventi sui mass media dei vari esperti sanitari impegnati, in questo periodo a fronteggiare l’emergenza coronavirus, anche nella sensibilizzazione dell’opinione pubblica di fronte a rischi, tempistiche e misure.

Il virolgoo Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, ospite di “Dimartedì”, su La7 ha spiegato che “la nostra Pasqua sarà di clausura, perché i risultati li otterremo entro fine aprile e vedremo la luce nel mese di maggio con una necessità di riapertura molto ragionata”.

Riapertura con gradualità

“Non è che potremo andare tutti al mare direttamente e fare tutto ciò che non abbiamo fatto in questo periodo. Bisognerà continuare a mantenere la distanza sociale e una grande attenzione, sia nella vita quotidiana, sia nelle attività lavorative, che devono riprendere per forza di cose”.

Misure stanno dando risultati

“Le misure finora intraprese stanno dando risultati – ha detto ancora Pregliasco -. Non si tratta ancora di un risultato definitivo, però abbiamo abbassato il picco, creando una specie di “panettone”, cioè di situazione che si sta evolvendo secondo una crescita lineare e senza quella crescita esponenziale dell’inizio. Si sta abbassando l’indice di contagiosità: finora era 2 e mezzo, ora si sta avvicinando a 1, cioè un malato ne causa un altro. E speriamo di andare al di sotto dell’1: solo in quel caso potremo davvero dirci di essere nella fase di discesa”, ha spiegato l’esperto.