Molestie Free, arriva il bollino di qualità per le aziende virtuose

Un'iniziativa promossa da Confcommercio Roma per prevenire i comportamenti scorretti sul posto di lavoro. Nel Lazio le molestie registrano numeri da record rispetto alla media nazionale

Secondo i dati Istat 2017, il 16,4 per cento delle donne nel Lazio ha subito molestie sul luogo di lavoro, un dato molto al di sopra della media nazionale pari all’ 8,9 per cento. A partire da queste cifre e dall’assunto che «garantire un ambiente rispettoso dei diritti fondamentali degli individui è un presupposto per la crescita delle imprese», il Gruppo Terziario Donna di Confcommercio ha elaborato le linee guida contro le molestie sul posto di lavoro con la relativa certificazione “Molestie Free” per le aziende virtuose che le adotteranno.

«Le molestie sul lavoro hanno un impatto negativo sull’intera forza lavoro perché interferiscono con la qualità della vita delle persone – ha commentato la Presidente di Terziario Donna Simona Petrozzi – ma anche sulla produttività poiché incidono sulle loro motivazioni e prestazioni». «E non finisce qui – ha aggiunto la Petrozzi – perché le molestie influiscono anche sulla reputazione aziendale, arrecando un danno di immagine e facendo venir meno il consenso».

Il bollino “Molestie Free” sarà preceduto da un foglio rosa, che verrà sostituito dalla certificazione vera e propria, di durata biennale, solo dopo aver effettivamente verificato le buone pratiche assunte dall’azienda.

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − 1 =