Multe, il 35 per cento dei ricorsi è legato a ingiunzioni e cartelle esattoriali

I dati della piattaforma digitale Vinco.net

multe

Oltre il 35 per cento dei ricorsi ricevuti da Vinco.net, piattaforma digitale specializzata nei ricorsi contro le multe stradali, è rappresentato da ingiunzioni di pagamento e cartelle esattoriali legate a multe arretrate, di cui spesso l’utente non è nemmeno a conoscenza. Sono, infatti, sempre più frequenti i casi in cui difetti di notifica, vizi di forma o di sostanza, come somme richieste non dovute o già pagate correttamente nei termini, si trasformano in ingiunzioni o cartelle. Tutte queste fattispecie possono portare, in caso di contestazione, alla cancellazione di queste ultime.

Come afferma Mauro Tommaso De Candia, amministratore delegato di Vinco.net: «Esistono varie casistiche per cui ingiunzioni di pagamento o cartelle esattoriali del valore di svariate migliaia di euro possono essere ritenute nulle. Ci occupiamo di studiare nel dettaglio ogni caso e di fornire assistenza legale qualificata e personalizzata agli utenti che, spesso intimoriti di fronte alla richiesta di ingenti somme di denaro e a possibili procedure di pignoramento volte a sanare il debito contratto, non sanno come agire».

Termini del servizio
Il servizio ha un costo pari al 30 per cento del valore della ingiunzione o cartella, più 63 euro relativi a contributo unificato e spese di notifica. Il processo di impugnazione prevede un solo ricorso al Giudice di Pace e include il supporto di un avvocato specializzato che segue il caso ed assiste il cliente personalmente, dall’inizio alla fine, per assicurare la migliore soluzione al problema in questione. Il vantaggio maggiormente apprezzato dai clienti è la rapidità di feedback del servizio che, una volta ricevuta una richiesta, riesce ad elaborare un’analisi di fattibilità mediamente in 2 ore. Se il preventivo viene accettato dall’utente, il caso viene immediatamente assegnato ad uno degli avvocati di vinco.net specializzati in ingiunzioni e cartelle, che prende subito contatto con il cliente per iniziare a lavorare sul ricorso.

Nel caso delle multe, invece, il costo del servizio è analogo a quello delle ingiunzioni e cartelle, tuttavia per aiutare gli automobilisti nelle città particolarmente tartassate da contravvenzioni Vinco.net offre sconti e incentivi che si possono trovare nella sezione “I Nostri Programmi”. Per le multe, il processo di impugnazione prevede un primo ricorso al Prefetto ed un eventuale ricorso al Giudice di Pace in seconda istanza. L’intero processo di impugnazione può durare anche un anno ma le probabilità di vincere sono ottime, mediamente superiori al 95 per cento. Se comunque in ultima battuta il ricorso dovesse essere respinto, Vinco.net offre il diritto al rimborso di quanto pagato anticipatamente dal cliente: quindi nella peggiore delle ipotesi il cliente pagherà la multa dopo un anno e non subito.

Semplicità, immediatezza e risparmio sono, dunque, le caratteristiche distintive di Vinco.net, che in pochi click, sia da computer che da smartphone, consente di presentare ricorsi online contro multe stradali e ingiunzioni di pagamento o cartelle esattoriali relative a multe arretrate ritenute ingiuste o illegittime.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sedici − quindici =