Mutui, tasso fisso o variabile? Cosa conviene e a chi

I consigli delle associazioni dei consumatori alle famiglie che intendono acquistare una casa

mutui

A volte ritornano. Non che se ne siano mai andati, ma tra un mutuo a tasso fisso e uno a tasso variabile, generalmente si tende a scommettere più sul primo che sul secondo. Eppure i prestiti a rata indicizzata sono passati dal 13,8 per cento di fine dicembre al 17,1 per cento del primo trimestre 2019. A registrare il quadro della situazione la piattaforma MutuiOnline.it con dati aggiornati al 17 marzo. «Per stipulare un mutuo è più importante considerare la durata che i tassi – ha spiegato il portavoce della Casa del Consumatore Stefano Santin –. Per un mutuo di 10 o 15 anni può essere conveniente scegliere un tasso variabile, perché nel breve periodo l’eventuale aumento dei tassi è contenuto. Invece se si sceglie un piano di ammortamento di 25 o 30 anni, in un momento storico in cui il costo del denaro è basso, il tasso variabile ci espone al rischio di un aumento della rata. Per le lunghe durate quindi meglio il tasso fisso»

La sfiducia degli italiani
A prevalere infatti è ancora il mutuo a tasso fisso, nonostante sia sceso dall’84,3 per cento all’80,6 per cento, arrivando ai minimi storici. Un sondaggio di fine marzo, pubblicato dalla società d’investimento BlackRock, dimostra che solo il 28 per cento degli italiani è effettivamente soddisfatto dalla propria situazione finanziaria. In Europa la media tedesca è del 39 per cento e quella inglese del 40 per cento, mentre a livello globale si aggira attorno al 42 per cento. Il 75 per cento del campione preso in considerazione poi ha fondi fermi in risparmi e depositi bancari. Solo il 43 per cento ha iniziato a risparmiare per la pensione. «Nonostante ci troviamo in un momento in cui sono al minimo storico, il fatto che la stragrande maggioranza degli italiani preferisca ancora il mutuo a tasso fisso è sintomo di una profonda sfiducia – ha sottolineato l’avvocato di Confconsumatori, Antonio Pinto. Lo stesso aumento del tasso variabile poi è di pochi punti percentuali. I risparmiatori quindi non si aspettano un aumento dei tassi immediato».

L’influenza del contesto europeo
Non sono solo i tassi e il reddito a influenzare la scelta tra un mutuo a tasso fisso o variabile. «Ci sono altri fattori da considerare nella stipula di un mutuo – spiega il presidente di Federconsumatori, Emilio Viafora –. Il primo è l’aumento del debito pubblico, per la gran parte in tasca agli istituti di credito. Il secondo è lo spread, che si mantiene stabile a 120 punti base in più rispetto all’anno scorso. Ricordo inoltre che a ottobre scadrà il mandato di Mario Draghi alla Banca centrale europea e che a maggio si voterà per il rinnovo del Parlamento europeo: la nuova commissione dovrà decidere se armonizzare le politiche economiche e fiscali all’interno dell’Eurozona o se far prevalere gli interessi nazionali. Sullo sfondo rimangono infine gli scenari post Brexit, ancora tutti da capire».

Il consiglio per le famiglie
Ma qual è il consiglio delle associazioni dei consumatori per le famiglie che intendono accendere un mutuo? «Con il tasso variabile il rischio che la rata aumenti mettendo in difficoltà la coppia è forte – ha concluso il responsabile del Dipartimento Credito di Adiconsum, Carlo Piarulli –. Se si cerca una maggiore tranquillità sicuramente occorre puntare sul fisso. Il tasso variabile consente di affrontare meglio i primi due o tre anni, anche perché i tassi non aumentano di colpo di cinque punti. Esistono anche soluzioni ibride. Le banche hanno ideato dei pacchetti in cui si passa da un tasso fisso a uno variabile con tetti sia in alto che in basso. Con una stabilità di tassi bassi tuttavia opterei per un fisso. Peccato però. In quasi tre anni di quantitative easing l’opportunità di avere tassi molto bassi non è stata sfruttata al massimo. Tuttavia nell’ultimo anno e mezzo il mercato immobiliare si è ripreso. Nonostante l’Italia sia molto vicina a un periodo di recessione».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sette + 14 =