Nasce Suber, economia circolare tra sughero e design 

Il sughero è uno dei materiali naturali più rappresentativi dell’economia circolare: lo sa bene Amorim Cork Italia, che crede e investe su questo concetto da almeno dieci anni. Con il progetto di sensibilizzazione ambientale, sociale ed economica Etico, infatti, oggi trasforma la granina dei tappi usati e raccolti dalle onlus in nuova materia prima per oggetti di alto design, nati dall’ingegno dell’architetto Jari Francheschetti, realizzati da Greencork, e presentati al mondo nella prima collezione: Suber. 

Amorim Cork Italia ha così creato un nuovo modello di economia circolare reale e assoluto, a partire da un rifiuto. La linea Suber include sistemi di illuminazione, tavolini, sedute, portaombrelli e appendiabiti, prodotti che, combinati con coerenza ad altri materiali, diventano oggetti dallo stile unico. Fissati gli obiettivi da raggiungere e studiate le caratteristiche del sughero, prima e dopo la macinazione, sono stati sviluppati diversi concept per rispondere a un mercato esigente e attento alla qualità e alla storia che si vuole raccontare.  

Sono nate delle idee che vogliono essere sostenibili per l’ambiente e il mercato, semplici e ricercate per far risaltare i materiali in tutti i loro aspetti. L’iniziativa riporta al centro del vivere quotidiano delle persone un materiale già utilizzato per proteggere il vino, ma che oggi evolve e torna parte della vita quotidiana: un modo di elevare allo stato più alto quello che fino a pochi anni fa era per i più un rifiuto. 

Il progetto Etico dimostra così di essere cresciuto e aver raggiunto orizzonti per molti ancora impensabili. Basti pensare che, con stime arrotondate a fine 2019, dall’inizio del progetto sono state recuperate circa 470 tonnellate di tappi (nel solo 2019 la stima di chiusura è di circa 100 tonnellate di tappi recuperati), per un totale di circa 78 milioni di pezzi e un valore totale (che include il contributo donato da Amorim) di circa 330.000 euro distribuito alle Onlus, che partecipano al progetto e organizzano la raccolta dei tappi, capillare sul territorio nazionale. Inoltre, dopo l’accordo con Signorvino e i suoi punti vendita, i box Etico daranno il via a una collaborazione con l’Ais-Associazione italiana sommelier, in occasione del congresso nazionale in programma a Verona dal 22 al 24 novembre e dedicato all’enoturismo.  

In questa maniera, Etico si conferma un sistema che dona vera nuova vita, letteralmente, al sughero e metaforicamente alle associazioni di volontari, che si occupano di diversissime attività, dall’assistenza ai disabili al supporto a progetti di ricerca passando attraverso la protezione ambientale, la lotta antimafia, l’accoglienza per le fasce deboli della popolazione e la sensibilizzazione nelle scuole. 

Dal 2017 Etico è evoluto in una ulteriore forma di riconoscimento sociale ai progetti solidal-enologici che si sono maggiormente distinti sul territorio nazionale per costanza, profondità di intervento e rilevanza sul territorio: si tratta di Eticork, che ogni anno, al Merano Wine Festival, consegna il premio all’iniziativa selezionata. 

(Fonte: Adnkronos Labitalia)