No di Salvini a Conte: “Migranti non sbarchino” 

Situazione sempre più drammatica a bordo della Open Arms, la nave della Ong spagnola da due settimane ferma nel Mediterraneo con 147 naufraghi a bordo, tra cui 31 minori. E mentre nessun porto europeo è disposto a farli sbarcare, ecco arrivare l’ennesimo ‘no’ del vicepremier Matteo Salvini, che nega l’apertura del porto ai migranti anche dopo la richiesta arrivata dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, relativa anche all’altra nave Ong, la Ocean Viking.

Il premier, spiega Salvini, “mi ha scritto per lo sbarco di alcune centinaia di migranti a bordo di una nave Ong che è in acque straniere. Gli risponderò garbatamente che non si capisce perché debbano sbarcare in Italia”.

E intanto arriva via Twitter il disperato appello dalla nave: “Se la situazione era già difficile a bordo di #Openarms – scrive la Ong su Twitter – la meteorologia la trasforma in drammatica. Davvero gli Stati europei permettono una cosa simile? Come la chiamate questa, se non emergenza umanitaria? Cosa aspettate ad agire? Dove siete?”, chiedono.

Sempre su Twitter, la denuncia di Sos Mediteranee per la nave da soccorso Ocean Viking: “Le condizioni meteo – scrivono – sono deteriorate, con aumento delle onde previsto nelle prossime 24h. Le persone a bordo della #OceanViking soffrono di mal di mare. Rimanere in mare mentre le persone soffrono non può essere la soluzione. Dovrebbero essere sbarcate al più presto in un luogo sicuro”.

(Fonte: Adnkronos)

Annunci

1 commento

  1. Se per la nave ong onde di 2 metri sono pericolose, vuol dire che sta messa come un pedalo’.
    Visto che i migranti a bordo sono gia’ in territorio spagnolo, sbarchino in Spagna.
    Semplice.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque + 7 =