No Tav, il leader è deluso: «I grillini non hanno le palle»

Alberto Perino: «Credevo che sarebbero riusciti a portare avanti il nostro progetto, invece non hanno avuto il coraggio»

no tav

Alberto Perino, leader dei No Tav valsusini, ha rilasciato un’intervista al quotidiano “Repubblica”. Niente giri di parole. Si è definito «seccato e deluso» dal governo gialloverde, in particolare dai grillini perché «credevo che sarebbero riusciti a portare avanti il nostro progetto, invece non hanno avuto il coraggio. E per inesperienza sono rimasti bloccati».   

Su Toninelli
«Diceva che “qualunque avanzamento dei lavori del Tav sarebbe stato considerato un atto ostile”. Invece ha lasciato andare avanti gli appalti. E se li lasci andare avanti, allora significa che accetti che l’opera venga fatta», continua il leader dei No Tav. 

Niente appoggio
«Io non sono arrabbiato, sono seccato e sono deluso. È vero, io li ho appoggiati perché credevo in un progetto che per vari motivi non ha preso forma. Anzi ne ha presa una diversa da quella che mi immaginavo». Adesso «io la campagna elettorale per loro non la faccio». Che cosa fa arrabbiare di più il leader dei No Tav? «Risponderò in modo diretto: non hanno le palle. Anche se hanno qualche scusante», perché «quello tra loro che ha più esperienza, siede in Parlamento da sei anni. I leghisti sono li da trenta».   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

6 + sedici =