Ocean Viking, ora Salvini passa all’attacco: ‘Denuncio Conte e Lamorgese’

Matteo Salvini si leva qualche sassolino dalla scarpa. O almeno ci prova. Sono, infatti, serviti quattro giorni affinché il governo desse la possibilità di sbarcare alla Ocean Viking. Una circostanza che ricorda da vicino quella del caso Gregoretti.

Ocean Viking in mare per quattro giorni

In quella circostanza il leader della Lega, allora Ministro dell’Interno, fu impegnato in prima persona in fasi concitate che fecero si che la nave restasse in mare per cinque giorni alla fine del luglio scorso. Furono cinque giorni in cui vigeva la legge dei “porti chiusi” voluta dal numero uno del Carroccio.

Salvini passa all’attacco

Per quel comportamento rischia di andare a processo per sequestro di persona. Deciderà il Senato tra qualche settimana se così sarà. Nel frattempo sceglie di passare al contrattacco ed evidenzia. Ci troviamo in tribunale con il signor Conte e la signora Lamorgese”, ribadisce l’ex ministro dell’Interno. “Se lo sbarco lo blocca Salvini è un criminale, se lo bloccano i solidali piddini Conte e Lamorgese va bene?”.