Ok al dl ‘Sblocca cantieri’ 

Sblocca cantieri

di Luana Cimino
Il decreto sblocca-cantieri imbocca la dirittura d’arrivo. Il provvedimento dovrebbe approdare, infatti, direttamente in Gazzetta Ufficiale nei prossimi giorni, senza richiedere ulteriori passaggi in Consiglio dei ministri. A quanto apprende l’Adnkronos, il governo ha sciolto i nodi sul provvedimento varato nei giorni scorsi salvo-intese, facendo venire meno la necessità di un nuovo Cdm e aprendo il varco alla pubblicazione in GU.

Il dl non conterrà né il numero né i nomi dei commissari che saranno indicati in un Dpcm, salvo il primo commissario che è previsto dalla norma primaria. Oltre cento le opere, che verranno distribuite ‘a pacchetto’, nel senso che ogni commissario avrà il suo fascicolo di opere da seguire. Gli interventi non riguarderanno solo le grandi infrastrutture ma si focalizzeranno anche su tutta una sfilza di opere minori, dalla semplice manutenzione o interventi su bretelle e valichi. Una quarantina quelle stradali targate Anas, tra le quali il completamento della Sassari-Olbia in Sardegna, la variante Colonno-Griante in Lombardia, il completamente della tangenziale di Gela e sull’Adriatica l’adeguamento del tratto San Severo-Foggia. Circa 30 le opere ferroviarie di Rfi, tra le quali il raddoppio della Codogno-Cremona-Mantova, il potenziamento della Lamezia-Catanzaro per un valore complessivo di opere coinvolte intorno ai 14 miliardi.
Stime alla mano, secondo le stesse fonti, il maxi-piano dovrebbe attivare un indotto del valore di almeno 10 mld, solo per Anas e Rfi l’accelerazione degli investimenti attesa sarebbe 3-4 mld nel 2019.

 

(Fonte: Adnkronos)