Olimpiadi, il Cio: “Candidatura Milano-Cortina molto solida”  

“Abbiamo ricevuto una straordinaria candidatura, il team ha messo impegno, passione ed esperienza; tutto ciò rende decisamente la candidatura di Milano-Cortina molto solida”. Così Octavian Morariu, alla guida della delegazione del Cio, chiude il suo intervento alla conferenza stampa della visita del Comitato olimpico per valutare la candidatura di Milano-Cortina ai Giochi invernali 2026.  

“In Italia non è così facile che si riesca ad ottenere un’unità di questo tipo e sono molto fiero di essere riuscito” a unire due regioni per una sola candidatura di Milano-Cortina “e devo riconoscere un importante sostegno da parte del governo. Penso che governo si sia convinto giorno dopo giorno dell’importanza di questa candidatura con un budget ridotto, ma allo stesso tempo la decisione di cogliere l’opportunità di utilizzare l’Agenda 2020 e stiamo scommettendo sul 2026”, ha detto dal canto suo Giovanni Malagò annunciando: “Ci vedremo mercoledì a Palazzo Chigi per fare insieme un punto della situazione, poi il 7 maggio conferenze call con Brisbane per un incontro di natura tecnica con le federazioni internazionali invernali. Continuerà tutta l’attività in vista di Losanna”, dove il 24 giugno prossimo sarà scelta la candidata vincitrice dei Giochi 2026.  

“I dati sul consenso delle Olimpiadi sono un grande monito per il mondo politico, non c’è più alcun dubbio da che parte stanno i cittadini”, ha affermato Luca Zaia, presidente della Regione Veneto aggiungendo: “Io spero nel 24 giugno per i giochi olimpici, sono molto fiducioso. Dobbiamo lavorare tutti insieme pancia a terra, perché da qui al 24 giugno abbiamo tappe importanti”. Rivolto ai giornalisti ha sottolineato che “La squadra siete anche voi, se qualcuno inizia a sputtanare questa roba non funziona più. Si parla di orgoglio italiano avete l’opportunità di dimostrarlo, dateci una mano, diamoci una mano per questo progetto serio”. A svelare i dati di gradimento è stato Morariu. Secondo l’ultimo sondaggio del Cio, l’indice di gradimento è dell’87% a Milano e dell’81% dei lombardi, a favore l’83% degli italiani e l’80% dei veneti: “Quello di Milano è il dato più alto mai registrato in un sondaggio del Cio”. Una cifra ben distante rispetto alla percentuale dei favorevoli a Stoccolma, che si ferma al 53% di gradimento.  

“Noi vogliamo vincere. Ho detto tantissime volte al Cio che Expo 2015 è stato il punto di svolta per tutti. Ora ne cerchiamo un altro, perché Milano nella sua storia ha dato il meglio di sé nei momenti di cambiamento. Noi dobbiamo già muoverci come se fossimo gli assegnatari perché gli anni passano in fretta. Noi vogliamo impegnarci in questo nuovo sogno”, è intervenuto il sindaco di Milano Giuseppe Sala. 

(Fonte: Adnkronos)