Coronavirus, l’ONU lancia piano di risposta umanitaria globale

“L’umanità intera è minacciata dal coronavirus”.

Le Nazioni Unite preparano una “risposta umanitaria globale” che si estende fino a dicembre insieme a un piano da un miliardo di dollari per combattere la malattia nei Paesi “più deboli del pianeta” e che vuole “proteggere milioni di persone”.

Coronavirus, da Onu 2 miliardi per combattere malattia

Il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres ha lanciato il piano coordinato di risposta umanitaria globale delle Nazioni Unite al coronavirus: 2 miliardi di dollari per combattere la malattia in Sud America, Africa, Medio Oriente e Asia. Una risposta che riguarda i paesi più vulnerabili e poveri del globo nel tentativo di proteggere milioni di persone.

Coronavirus, “Paesi supportino piano dell’Onu”

Le risposte dei singoli paesi non saranno sufficienti”, ha detto il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres, lanciando il piano di risposta umanitaria globale da due miliardi di dollari. “Il mondo deve affrontare una minaccia senza precedenti. Dobbiamo venire in aiuto degli ultra-vulnerabili, questa è una questione di solidarietà umana di base”, ha continuato.

Supportare il piano di risposta umanitaria al coronavirus è una necessità per la sicurezza sanitaria globale. È un imperativo morale, nell’interesse di tutti, ed è una parte cruciale per vincere questa lotta”. Lo ha detto il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres. “Chiedo ai governi il loro pieno sostegno”, ha aggiunto.  “Questo è il momento di farsi avanti per le persone vulnerabili”, ha aggiunto Guterres. “Gli anziani, i malati cronici e i disabili affrontano rischi particolari e sproporzionati e richiedono uno sforzo totale per salvare le loro vite e proteggere il loro futuro” –